CuboFestival: cinque giorni di tutta cultura a Ronciglione

Cubo festival Ronciglione

Torna CUBO FESTIVAL a Ronciglione per la sua seconda edizione, trasformando la cittadina nel centro culturale della Tuscia con oltre 60 eventi distribuiti in quattro giorni.

Dalla mattina del 4 e le intere giornate del  5 – 6 – 7 – 8 dicembre si  spazierà dal teatro alla musica, dal giornalismo all’architettura, dalla storia al cinema, dalla poesia alla pittura, dalla psichiatria alla letteratura, dalla medicina tradizionale e non alla sartoria scenica, dalla fotografia alla danza fino all’arte di strada.

Il Festival trova la sua forza nella creatività locale, professionisti, artisti ed associazioni di Ronciglione (circa 15 artisti, circa 25 associazioni, 3 istituzioni comunali, la banda cittadina) e della Provincia, ma non si esaurisce in essi coinvolgendo infatti esponenti culturali di risonanza nazionale quali Erri De Luca, Giobbe Covatta, Antonio Polito ed altri, ma anche professori universitari quali Luciano Mariti e Luigi Orso e registi cinematografici con le loro opere come Agostino Ferrente, Giovanni Piperno e Paolo Bianchini. Lo scienziato Riccardo Valentini ed i musicisti Giammarco Casani, Angelo Olivieri, Massimo Pirone, Marco Brama e Simone Salza solo per citarne alcuni. Ci saranno attori come Maurizio Donadoni e Paolo Manganiello e il deputato Gero Grassi con i documenti di Stato su Aldo Moro.

Accanto a questi nomi illustri tantissimi giovani artisti del territorio e che, malgrado la giovane età, già vantano grandi risultati come ad esempio: i giovanissimi registi Iezzi e De Marchis arrivati fino al Festival di Cannes con il loro cortometraggio “Last far west”, lo studente Giammarco Bellucci premiato da Napolitano con il titolo di Alfiere del Lavoro e la videomaker Giulia Selvagini il cui video è stato scelto da Salvatores per il suo ultimo film. Tanti altri saranno però i giovanissimi coinvolti nel festival con le loro opere nelle più disparate forme d’arte. Ovviamente con loro ci saranno tantissimi artisti professionisti della Tuscia che per l’occasione presenteranno tutti progetti inediti. Al Cubo Festival parteciperanno anche studiosi e architetti che ci parleranno dei monumenti di Ronciglione realizzati dai Farnese. Una giornata particolare del festival sarà quella di Domenica 7 dicembre che il festival dedica all’Arte di Strada. Dalle ore 10.30 alle 16.30 l’antico Borgo Medievale di Ronciglione sarà invaso da artisti di strada, musicisti e attori creando un’atmosfera felliniana tra le antiche vie della città e dove gli spettatori diventeranno anche protagonisti di molte performance artistiche. Si partirà da Porta Romana, allestita come un palcoscenico per l’occasione dalla Fashion Designer Scavolini, con una parata di costumi scenici e artisti di strada accompagnati da una Street Band che porterà gli spettatori all’interno del Borgo dando il via alla giornata dedicata all’arte di strada.

Per l’occasione il festival in collaborazione con l’associazione S. R. Venerini all’interno del Castello di Ronciglione realizzerà una degustazione di prodotti e vini del territorio dando la possibilità di pranzare con soli 7 euro. Tutti gli eventi in programma sono gratuiti ad eccezione dello spettacolo del sabato sera di Giobbe Covatta. Il Festival fa della contemporaneità di eventi diversi per genere uno dei suoi punti di forza: ogni spettatore sceglie cosa vedere di volta in volta costruendo così un suo Cubo Festival che sarà diverso da quello di ogni altro spettatore lasciandogli così la sensazione di aver vissuto qualcosa di unico che egli stesso ha costruito.

“Il Cubo Festival di Ronciglione – dichiara Alessandro Giovagnoli sindaco di Ronciglione – rappresenta un fiore all’occhiello nel panorama culturale viterbese, l’unica manifestazione nella provincia a racchiudere 60 eventi così diversi in quattro giorni. L’anno scorso, quando gli organizzatori hanno presentato in Comune il loro ambizioso progetto, interamente basato sul contributo personale gratuito dei cittadini di Ronciglione, è stata una scommessa sulla quale abbiamo voluto, con piacere, investire; ed è subito diventato uno degli eventi principali del nostro calendario.

“Siamo felici – dichiarano Italo Leali e Alessandro Vettori ideatori e direttori del festival – di essere riusciti anche quest’anno a mettere in piedi un cartellone cosi importante. Nel 2013 quando abbiamo ideato il Cubo Festival lo abbiamo fatto convinti che la cultura potesse rappresentare un volano ed un nuovo slancio al nostro territorio. Il festival è nato con lo scopo di creare una vetrina per i nostri artisti e come un luogo di confronto e scambio di questi con i grandi personaggi della cultura nazionale”.

Un evento da non perdere e un’occasione per passare qualche giorno di vacanza nella cittadina viterbese di Ronciglione all’insegna della cultura e del buon cibo durante il ponte dell’immacolata. Numerose sono le possibilità di pernotto a prezzi bassi e facilmente reperibili su internet. Per aiutare i visitatori il festival mette a disposizione sul sito www.cubofestival.it un libretto di informazioni turistiche direttamente consultabile o scaricabile online. Sul sito inoltre si potranno trovare tutte le informazioni sull’edizione 2014 e le immagini dell’edizione 2013.

Per essere aggiornati in tempo reale invece è consigliabile la pagina www.facebook/cubofestival . I biglietti dello spettacolo di Giobbe Covatta si possono invece acquistare direttamente online su www.ciaotickets.com o cartacei sempre nei punti vendita di Ciaotickets.

VEDI IL PROGRAMMA NEL DETTAGLIO 

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI