Cubo Festival: arte, scienza e cinema il 5 dicembre

song'e

Seconda giornata per il CUBO FESTIVAL  “La Grande Guerra nei Comuni dei Cimini”, progetto della Comunità Montana dei Cimini finanziato dalla Regione Lazio, fa da aprifila agli eventi di sabato 5, con la presentazione del volume e della mostra documentaria sulla grande guerra alle ore 10.30 presso la sala consiliare del Comune di Ronciglione.

La sala BCC ospiterà invece, alle ore 11.00, la conferenza “Le Neurodiversità“, organizzata dall’associazione In-Pari-Amo in collaborazione con l’AgeR, con l’intervento di specialisti nel settore della psicologia.

Alle ore 11.30 sarà possibile assistere ad un’altra conferenza dal titolo “Invenzioni del futuro“, presso l’Agenzia Iterland. Relatore sarà Francesco Gallo, docente di Storia dell’Arte all’Accademia di Belle Arti di Roma, già direttore del corso di laurea per Progettisti di Moda dell’Accademia di Palermo e consulente della Mondadori per il Catalogo dell’Arte Moderna, dal 1991.

Il pomeriggio inizia alle ore 16.00 con la conferenza “Neurodiversità. Linguaggio, cognizione e apprendimento nello Spettro Autistico e nei Disturbi dell’Apprendimento“, relatore il Dott. David Moscone, presso la sala BCC. Contemporaneamente,

alle ore 16.30 presso l’Agenzia Iterland, sarà possibile assistere ad una performance di musica e pittura di Cianti e Ranocchia, dal titolo “Frequenze”.

Paolo Crepet, noto psichiatra, scrittore e sociologo italiano, sarà protagonista invece alle ore 18.00 presso la sala BCC, dell’incontro-intervista curato dal giornalista de L’Opinione Michele De Angelis.

Spazio poi al teatro con “Finnegans Wake”di James Joyce, alle ore 19.00 presso la Sala del Collegio, con Maurizio Donadoni.

La giornata si chiude alle 21.30 con la proiezione del film commedia “Song’e Napule“, al teatro Petrolini. Interverranno i registi Manetti Bros.

Oltre ai più di cinquanta eventi dislocati nel centro del paese, sarà possibile visitare dal 4 all’8 dicembre le mostre e le installazioni di architetti, artisti, pittori, scultori e fotografi che “invadono” gli spazi urbani della città, pubblici e privati. Specialmente il Borgo Medievale si trasforma in una sorta di museo dell’arte moderna a cielo aperto, dove gli artisti coinvolti danno vita alle loro installazioni e creano i loro messaggi.

E’ possibile consultare il programma completo del Cubo Festival al link http://www.cubofestival.it/cubofestival2015.pdf o sulla pagina Facebook ufficiale della manifestazione.

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI