Cristiano de André in concerto a Civita Castellana

cristiano de andre

Figlio del celebre cantautore Fabrizio De André, dal quale ha ereditato lo stile, Cristiano De André sarà in concerto a Civita Castellana sabato 19 settembre, in piazza Giacomo Matteotti alle 21, in occasione delle feste patronali di San Giovanni e Marciano.

Le canzoni di De Andrè sono qualcosa di più di un pezzo della storia della musica italiana, sono un’emozione che ha conquistato milioni di persone. Cristiano De André, polistrumentista, compositore e cantautore, scava nelle pieghe del repertorio di Faber in un viaggio meraviglioso fra le canzoni che hanno consegnato alla storia della musica e della letteratura italiana il nome di De André, in cui Cristiano mostra tutta la sua abilità di musicista polistrumentista.

Cristiano nasce a Genova il 29 dicembre 1962. Cresce in un vivace ambiente culturale, dove teatro e musica sono componenti quotidiane. Villaggio, Tognazzi, Tenco, Lauzi, Paoli e De Gregori sono amici ed abituali frequentatori di casa De André. A 11 anni Cristiano si avvicina con successo alla chitarra, a 17 al violino, che studia per cinque anni al Conservatorio Paganini di Genova. Compone le prime musiche per alcuni spettacoli goliardici in scena al Teatro Popolare di Genova, ma sarà Massimo Bubola, che conosce Cristiano dai primi anni ’70, quando inizia a collaborare con il padre Fabrizio, a fargli incontrare un gruppo di ragazzi di Verona con i quali inizierà a fare musica. Sono Carlo Facchini, Marco Bisotto e Carlo Pimazzoni, i componenti del gruppo “Tempi Duri”, con i quali nei primi anni ’80 inizia l’avventura musicale. Nel 1982 esce il primo singolo dei Tempi Duri, l’anno dopo l’album di esordio “Chiamali Tempi Duri” e quindi un tour. Con il gruppo Cristiano accompagna il padre Fabrizio in alcuni suoi tour: come nel 1981 o nel 1984 nella tournée “Creuza de ma”. Poi i componenti del gruppo partono per il servizio militare e la band si scioglie. Nel 1985 Cristiano intraprende la carriera di cantante solista e partecipa al Festival di Sanremo tra le nuove proposte con il brano “Bella più di me”, raccogliendo consensi di pubblico, arrivando al 4° posto e vincendo il premio della critica. E da qui inizia la sua lunga carriera che lo ha portato al 2014, quando ha partecipato al 64° Festival di Sanremo dove si è aggiudicato, con il brano “Invisibili” il Premio della Critica “Mia Martini” e il premio “Sergio Bardotti” per il miglior testo. 

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI