Cristiani uccisi, il Papa: “Il mondo non sia inerte”.

Nel lunedì dell’Angelo, Papa Francesco torna sul massacro di innocenti in Kenya e in altre zone del mondo. Bergoglio ha chiesto aiuto per quanti nel mondo sono “perseguitati, esiliati, uccisi, decapitati per il solo fatto di essere cristiani. Loro sono i nostri martiri di oggi e sono tanti, possiamo dire che sono piu’ numerosi che nelle altre epoche”. “Auspico – ha detto dopo la preghiera mariana del Regina Caeli – che la Comunità Internazionale non assista muta e inerte di fronte a tale inaccettabile crimine, che costituisce una preoccupante deriva dei diritti umani piu’ elementari. Auspico veramente che la Comunità Internazionale non rivolga lo sguardo da un’altra parte”.

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI