“Cose Popolari” di e con Nicola Pistoia per ridere e commuoversi al Bianconi

Ci sono spettacoli che sarebbe davvero un peccato perdere. E “Cose popolari”, in scena al Teatro Bianconi di Carbognano sabato 25 marzo alle ore 21.00 e domenica 26 marzo alle ore 17,30, è indubbiamente uno di questi. Il testo, scritto da Nicola Pistoia assieme ad Ariele Vincenti e Francesco Stella, vede sul palcoscenico Nicola Pistoia, Ariele Vincenti, Francesco Stella e Giordana Morandini per la regia dello stesso Pistoia.
Possedere una casa di proprietà o sostenere le spese per un affitto sono un lusso che Fabio, a causa delle precarie condizioni economiche e lavorative in cui versa, non può permettersi. E così, all’insaputa della compagna Patrizia, trascina il suo amico e cognato Stefano nel disperato tentativo di occupare abusivamente una casa popolare, ormai disabitata, con l’aiuto di un misterioso dirimpettaio. Quando la ragazza viene a conoscenza dell’accaduto, va su tutte le furie. Il rapporto ormai decennale tra i due si incrina infatti sempre più, anche se, un portiere bizzarro, Mario, che sarà sempre presente come una “guida” strampalata, cercherà di tener unita la coppia. Vite concrete che il destino ha deciso di intrecciare sul pianerottolo di un condominio. Cose popolari, appunto, ispirate a una vicenda vera, o forse a migliaia di vicende vere.
Uno spettacolo diverso che, nonostante tratti un tema così delicato come quello degli alloggi popolari occupati illegalmente e gestiti da avvocati e persone senza scrupoli che speculano sui problemi economici altrui, riesce a spiazzare con la sua dolcezza e il suo velato romanticismo. Una commedia tragicomica, ben scritta e ben rappresentata, molto sfaccettata: stimola risate, provoca moti di solidarietà, svela comportamenti crudeli, suscita atteggiamenti di condanna, diverte in modo amaro, emoziona per la linearità delle sue affermazioni. E poi, regala momenti di poesia e di commozione proponendo una chiave di lettura di un enorme problema senza avere la pretesa di dare soluzioni. Non assolve nessuno, non accusa nessuno.
E’ uno spettacolo recitato con la pancia e il cuore, dove vincono i valori della romanità inossidabile ed è fatto di cose descritte spesso senza rispetto e che, grazie alla regia sobria ed essenziale di Pistoia, certe ‘cose popolari’, tornano ad avere dignità e spessore. E’ un’intensa vicenda umana, diretta da un abile e sapiente regista come Nicola Pistoia, capace di rendere essenziali i personaggi romani, dove le azioni hanno preso il posto delle parole vane.
Per informazioni e prenotazioni si può consultare il sito internet www.teatrobianconi.it, la pagina facebook del Teatro Bianconi o telefonare al 340 1045098 (24h) o allo 0761 613695.

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI