Continua il successo della Mostra “Spazio Diffuso” di Federico Paris

L’artista Lidia Bachis, direttore artistico dell’evento, coinvolge un gruppo d’artisti diversi per nascita, generazione e cifra stilistica il cui unico filo conduttore è l’affinità elettiva e l’adesione ad un progetto, che vede, come protagonisti assoluti, l’arte e la concezione dello spazio nelle sue diverse declinazioni, non solo spazio fisico, luogo da abitare, come i negozi di una strada del centro storico di Viterbo, ma anche spazio mentale, dove i confini tradizionali di tempo e misura lasciano il campo alla dimensione immaginifica.
Spazio Diffuso è una mostra che si sviluppa lungo una strada, Via Saffi, a vocazione commerciale, dove sei negozi sono messi a disposizione, grazie ad un progetto di riqualificazione e promozione di Via Saffi Cantieri, dell’arte e dei suoi protagonisti per colmare e arricchire un vuoto.
Lo spazio del negozio si trasforma in un luogo altro, si esce dalla formula galleria, museo e fiera per abbracciare la strada: passaggio, vetrina “struscio”, shopping, curiosità, novità, quadri, sculture, installazioni, incontri, performance, video e molto altro, per andare incontro ad un pubblico più ampio, occasionale e non definito.
Spazio Diffuso è una mostra che, al di là della sua unicità nella scelta espositiva, propone una ricerca artistica e delle tematiche che richiamano alcune urgenze comunicative e sociali della piazza: distrazione, velocità, frammentazione, sintesi e vuoto di contenuti e proposte, elementi che ben caratterizzano la nostra società mediatica, e che si trasforma- no, per opera degli artisti, in elementi visuali di grande impatto e sincerità.
La grammatica, l’impostazione, le caratteristiche di un luogo, scelto ad uso e consumo anche dell’opera d’arte, produ- cono uno spazio aperto a nuove modalità, dove l’artista si offre al pubblico per confondersi e, contaminandosi, conta- minare.
La parola d’ordine di Spazio Diffuso è presenza.
Artisti invitati:
Pasquale Altieri, Lidia Bachis, Stefano Bolcato, Alessandro Calizza, Massimo De Giovanni, Eva Gerd, Leila Grani,Jan Incoronato, Marta Pesta, Stefano Di Maulo, Federico Paris, Marco Paolini, Sophie Savoie, Samuele Vesuvio, Omino71.

Prossimi appuntamenti a Spazio diffuso

aperitivo con artista

incontro con gli artisti all’interno di ogni singolo spazio, dalle 18.00 alle 20.00

giovedì 22 Omino71, Martapesta e Sophie Savoie
venerdì 23 Bachis, di Maulo, Calizza, Bolcato Vesuvio e Jan Incoronato.
sabato 24 performance #1europortrait dalle h 15 alle 18

Dopo il grande successo di domenica e grazie alle richieste di tanta gente che non è riuscita a fare il ritratto, si ripete la performance #1europortrait a
“Spazio Diffuso” Via Saffi n°75

#1europortrait é una performance itinerante dell’artista Federico Paris che si offre per ritratti eseguiti in 20/30 secondi al prezzo simbolico di un euro. La performance nata da poco più di due mesi è già stata eseguita nelle più disparate situazioni, passando da locali blasonati come il Twiga, a festival di arte contemporanea, per beneficenza come al Dynamo Camp, o semplicemente per strada o nelle piazze di molte città. L’intenzione del Paris è quella di creare un catalogo con la gente ritratta, o perlomeno di tutti quelli che avranno condiviso oppure inviato l’immagine del proprio ritratto attraverso i social, attraverso il sito del progetto o via e-mail. Tramite il “ritratto” il Paris entra in diretto contatto con le persone, annullando di fatto distanze e intermediari, sondando attraverso la tensione emotiva dell’essere ritratto, gli animi e le personalità, cercando di restituire uno stato d’animo più che una somiglianza, una visione d’artista, un’ interpretazione anche attraverso gli imbarazzi, le intese, e le avversioni che si creano nel ritrarre e nell’essere ritratto. Perché un euro? perché l’arte e il lavoro vanno sempre pagati.
www.federicoparis.com/1europortrait.html

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI