Consorzi di bonifica Regione Lazio: piattaforma informatica per gestione omogenea

Una innovativa piattaforma informatica per la gestione omogenea del catasto e della contabilità dei consorzi di bonifica che la Regione Lazio ha ridotto da dieci a quattro. “Uno strumento – ha spiegato Natalino Corbo, direttore di Anbi Lazio – funzionale alla necessità di omogeneizzare la gestione dei servizi agli utenti”. Il nuovo sistema, che introduce una banca dati condivisa tra tutti i consorzi, permetterà la gestione uniforme delle posizioni di ciascun consorziato con la verifica istantanea della regolarità contributiva, della cartografia, della emissione dei ruoli e favorirà le comunicazioni grazie al protocollo automatico della posta elettronica. Il catasto è il centro nevralgico di ogni ente di bonifica e il suo periodico aggiornamento serve ad individuare, per sottoporlo a contribuenza, ciascun terreno o fabbricato ricadente nel perimetro territoriale servito dai consorzi. “Un ulteriore passo avanti verso la modernizzazione del sistema consortile – lo ha definito Luciana Selmi, presidente di Anbi Lazio – per ottimizzare le nostre attività, favorire il processo di unificazione e conseguire significativi risparmi di risorse che potremo impiegare per migliorare i servizi all’utenza. Se in questo percorso – ha auspicato Selmi – avremo al nostro fianco le organizzazioni professionali agricole potremo fare sempre meglio e più in fretta”. Un invito alla collaborazione raccolto dalla Cia, rappresentata da Claudio Di Rollo e dalla Coldiretti, intervenute a Focene alla presentazione della nuova iniziativa di Anbi Lazio. “Emerge la volontà della nuova dirigenza di riavvicinare i consorzi alle comunità locali. È necessario ripristinare la corretta percezione tra i cittadini del ruolo e dei delicati compiti dei consorzi di bonifica che non si limitano alla gestione delle risorse idriche, ma svolgono attività fondamentali sul fronte della prevenzione e della mitigazione del rischio idrogeologico e della tutela dei territori” ha commentato David Granieri, presidente della Coldiretti del Lazio, nel suo saluto ai dirigenti dei consorzi arrivati a Focene da tutta la regione.

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI