Consiglio comunale baby: prossima elezione del sindaco

comune

Consiglio comunale dei bambini e dei ragazzi, lo scorso 26 marzo, dalle 9 alle 13, si sono svolte in tutti i plessi scolastici le votazioni per l’elezione di 21 consiglieri. In corsa c’erano 83 candidati, scelti a seguito di elezioni primarie all’interno di ciascun plesso scolastico,  appartenenti a tutti gli istituti comprensivi del territorio comunale (scuola primaria e secondaria di primo grado). Per l’occasione, anche il sindaco Leonardo Michelini ha fatto visita ai piccoli elettori insieme all’assessore alla pubblica istruzione Raffaella Valeri.

I 21 consiglieri dovranno poi eleggere il sindaco del Consiglio dei bambini e dei ragazzi, in occasione della prima assemblea consiliare che a breve verrà fissata presso la Sala del Consiglio di Palazzo dei Priori.

Il consiglio dei bambini e dei ragazzi è un’iniziativa promossa dalla Regione Lazio, in linea con quanto previsto dalla Carta europea per la partecipazione dei giovani alla vita politica e amministrativa locale e regionale. In base al regolamento istitutivo, il consiglio dei bambini e dei ragazzi è un organo democratico di rappresentanza di tutti i bambini e ragazzi da 8 a 14 anni, autonomamente istituito dal comune d’intesa con le istituzioni scolastiche presenti sul territorio.

Molte e interessanti le idee e le proposte avanzate dai giovani candidati durante la campagna elettorale, un contributo per far crescere la nostra città: dal bike-sharing agli armadietti personali nelle scuole, dalla cura dei cortili all’adozione di animali.

Tra le principali funzioni del Consiglio rientrano la promozione della partecipazione alla vita politica e amministrativa locale, favorire la conoscenza dell’attività dell’ente locale, fornire consulenza agli organi istituzionali sulle questioni che interessano i bambini e i ragazzi. E ancora, elaborare progetti coordinati da realizzare in collaborazione con gli analoghi organismi istituiti in altri comuni e seguire l’attuazione dei programmi e degli interventi rivolti a bambini e ragazzi in ambito locale.

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI