Concorso Enel Playenergy 2015.Sul podio la Vanni di Viterbo

Oltre 330 elaborati presentati, oltre 500 scuole e circa 20.000 studenti partecipanti.
Una giornata di festa presso il Centro Informazioni della centrale Enel di Torrevaldaliga Nord, che ha accolto circa 100 ragazzi da tutta la regione per le premiazioni regionali di Enel Playenergy, il progetto educativo promosso dall’azienda energetica dedicato a docenti e studenti delle scuole italiane ed estere, per conoscere il mondo dell’energia attraverso i linguaggi e le tematiche della scienza. Anche quest’anno, si legge in una nota, gli studenti della Regione Lazio hanno aderito con grande entusiasmo e partecipazione all’iniziativa di Enel: sono state infatti oltre 500 le scuole che si che si sono cimentate nella sfida mettendo in gioco tutta la creatività degli studenti.
Il concorso ha chiamato a raccolta tutti gli studenti chiedendo di esplorare in modo originale il mondo dell’energia e raccontare i mille volti di questa importante risorsa.
Per la Categoria Scuola Secondaria di 1°grado sono salite sul podio
due classi a pari merito.
I ragazzi della 2G dell’Istituto Comprensivo Settembrini di Roma, guidati dalla docente Erminia Capocchiani, hanno ottenuto il premi per il progetto«L’etichetta sostenibile», una proposta per un consumo consapevole. L’idea è apporre un’etichetta sui prodotti che indichi la quantità di energia necessaria per la loro produzione, permettendo al consumatore una scelta consapevole non Solo in termini nutrizionali ma anche energetici.
Viterbo ha brillato per idee con i ragazzi della 3F dell’Istituto Comprensivo Pietro Vanni di Viterbo, guidati dalla docente Cinzia Varengo, hanno ideato un gioco basato sul risparmio energetico partendo dalla realizzazione di un
plastico che rappresenta la loro scuola, in cui è previsto un percorso composto da 40 caselle.
Per raggiungere il traguardo bisogna rispondere correttamente a domande sul risparmio energetico.
«È sempre più importante, sin da giovani, – ha dichiarato Lucia Valente – confrontarsi con i temi dell’ambiente, dell’innovazione e dell’efficienza energetica. Per questo ringrazio Enel e il suo progetto PlayEnergy che ha dato la possibilità a voi ragazzi di confrontarvi con la vostra voglia di innovare e la vostra attenzione per l’ambiente. Il futuro oggi è di chi crea e di chi ha la capacità di innovare. Per questo la nostra Regione investe una buona parte dei Fondi europei per sostenere l’innovazione e la costruzione di una nuova economia in chiave »green«, in una Regione che è terza per numero di imprese sostenibili (sono oltre 31mila aziende) e più di 9.400 nuovi posti di lavoro »
Sia i vincitori sia i menzionati delle varie sezioni regionali si incontreranno a Roma per il grande evento finale che rappresenta una vera e propria occasione di incontro e di scambio tra tutti i partecipanti a PlayEnergy.

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI