Concerto di Vasco Rossi con bus-sharing da Roma e Fiano

60mila auto attese a fronte di solo 45mila parcheggi per ora individuati. Per chi ha già il biglietto in mano e vuole essere sicuro di raggiungere l’area concerto, l’autobus condiviso si
candida ad opzione vincente. Il live di Vasco Rossi, che il 1 luglio festeggerà a Modena Park
i quarant’anni di carriera, sarà l’evento musicale dell’anno. 240mila le persone attese. La
viabilità sarà ridisegnata, e per il casello di Modena nord è allo studio l’ipotesi di chiusura. Una
serie di misure necessarie che non renderanno la vita semplice a chi vorrà recarsi a Modena
in auto.
L’alternativa proposta da GoGoBus si chiama bus-sharing, una formula che ha visto la startup
nel ruolo di pioniera in Europa. Nell’ultimo inverno, gli Skibus di GoGoBus hanno collegato
Roma con gli impianti sciistici abruzzesi. Inoltre, la startup propone viaggi verso eventi,
parchi divertimenti, concerti. Un paio di settimane fa ha portato oltre 350 persone allo show
dei Guns’n’Roses ad Imola. In occasione del concerto di Vasco Rossi i pullman GoGoBus
collegheranno con Modena Park ben 22 città italiane di otto regioni. Per quanto riguarda
il Lazio, gli autobus partiranno nella prima mattinata del 1 luglio dalla stazione Tiburtina di
Roma (lato piazza) e dal cinema Cine Feronia di Via Milano a Fiano Romano (orari precisi
e altre info su www.gogobus.it
, dove si acquistano anche i viaggi), con arrivo nei pressi del
parco Enzo Ferrari, a pochi minuti a piedi dal luogo del concerto e molto più vicino rispetto
a tanti altri luoghi di parcheggio. Il rientro avverrà dopo lo show, con approdo in città all’alba
del giorno dopo. I prezzi, per chi prenota subito, partono da 59,50 euro. Tra i vantaggi spicca
la condivisione del viaggio con altri fan e la possibilità di fare conoscenze e amicizie lungo
il percorso, ma soprattutto la libertà dallo stress del parcheggio all’andata e della guida al
ritorno, quando decine di migliaia di automobili si incolonneranno per abbandonare Modena.
«Abbiamo già predisposto numerosi autobus, e c’è ancora spazio per prenotare un posto a
bordo – afferma Alessandro Zocca, co-fondatore e Ceo di GoGoBus -. Lasciare l’auto a casa
permetterà ai fan di Vasco di godersi il concerto senza preoccupazioni, dato che trovare
parcheggio sarà molto difficile e, dopo ore di attesa e di musica, doversi rimettere alla guida
rischia di essere stancante e pericoloso».
GoGoBus
È la prima startup ad aver lanciato, in Europa, un servizio di bus-sharing. Fondata dai
trentenni Alessandro Zocca ed Emanuele Gaspari nel 2015, permette di raggiungere eventi,
concerti, destinazioni marittime e montane in autobus secondo una formula low-cost.
È partner di Arriva Italia, holding del gruppo Arriva, uno dei più grandi operatori di servizi di
trasporto per passeggeri in Europa.
Per maggiori informazioni contattare:
Vte Public Relations – Riccardo Schiavo
info@vtepublicrelations.com / riccardo.schiavo@vadoetorno.co

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI