Comitato pendolari Orte chiede maggiore sicurezza

l Comitato Pendolari Orte ha indirizzato al Governo e alle Ferrovie dello Stato una lettera per richiedere maggiore sicurezza. Di seguito il testo integrale:
“Gentili signori,
crediamo di potervi scrivere queste poche righe a nome di gran parte dei pendolari d’Italia. Siamo quasi 3 milioni di persone che ogni giorno ci svegliamo più o meno presto per raggiungere il posto di lavoro. Sommati alle nostre famiglie, rappresentiamo quindi circa 10 milioni di cittadini. Abbiamo una cosa importante da dirvi: noi chiediamo maggior sicurezza. n Italia il terrorismo di matrice islamica non ha per fortuna colpito. In Italia, a Roma, a breve verranno aperte le porte dell’Anno Santo. Non siamo esperti di strategie di terrorismo, ma pensiamo che questi due fatti da soli siano sufficienti per alzare il livello d’attenzione.
Noi che viaggiamo in treno e che siamo padri e madri di figli che tutte le sere ci aspettano a casa, abbiamo anche un’altra grande consapevolezza: le stazioni italiane non sono sicure. Entra ed esce chi vuole e quando vuole e con qualsiasi oggetto. I controlli appena introdotti a Roma Termini e Milano vanno potenziati ed estesi ovunque.
Abbiamo notato aumenti della vigilanza a Roma e apprezziamo lo sforzo e il lavoro delle forze dell’ordine, ma vi invitiamo a fare di piu’. In Spagna dopo gli attentati alla stazione di Atocha sono stati introdotti metal detector in tutte le stazioni. Perché non si fa anche in Italia? Forse dobbiamo aspettare anche noi la prima tragedia o forse noi non siamo all’altezza di altre nazioni? Noi pendolari vogliamo che investiate i nostri soldi per garantire la sicurezza pubblica.
E’ di ieri la notizia che la comunita’ europea ha deciso di tenere le spese per sicurezza fuori dal patto di stabilita’. Bene anzi benissimo, ora dovete investire per aumentare la sicurezza nelle nostre stazioni. Siamo stanchi di vedere gente che sale sui treni senza un minimo di controllo, molto spesso anche senza biglietto. Investire in sicurezza significa creare posti di lavoro e tutelare i pendolari. Fatelo!
Noi abbiamo diritto di viaggiare sicuri e voi avete il dovere di adottare tutte le misure volte alla sicurezza del trasporto pubblico.
Cordiali saluti Copeo”.

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI