“Colonna Gamucci” il libro scritto dal Carabiniere Antonio Magagnino

Definito dagli storici il secondo eccidio più feroce dopo quello di Cefalonia. La tragica fine della “Colonna Gamucci”, così fu definito l’eccidio, rappresentò la barbara esecuzione di circa un centinaio di Carabinieri Reali in terra di Albania per mano di Partigiani al comando del Cap. della Gendarmeria Albanese Xhelal Staravecka. Oltre un centinaio di Carabinieri Reali caddero uccisi barbaramente per mano di partigiani albanesi appartenenti al 2^ Btg. della 1^ Brigata al comando dei criminali Xhelal Staravecka e Col. Kadri Aziz Hoxha, nel pomeriggio del 04 novembre 1943 a Guri I Muzakqit nel bosco alle pendici del Monte Panit Nord Est di Labinot. Un libro dedicato ai fatti che riporta alla luce, tra l’altro, uno dei fascicoli volutamente nascosti meglio conosciuto come “l’armadio della Vergona ” del Tribunale Militare di Roma dal momento che l’eccidio in questione è considerato dagli storici, dopo quello di Cefalonia, l’omicidio più crudele perpetrato contro militari Italiani durante la seconda guerra mondiale. L’ intento dell’autore Antonio Magagnino Sottufficiale dell’Arma dei Carabinieri del 36^ Corso A.S. Paracadutista in congedo è quello di rendere onore e soprattutto ricordare il sacrificio di questi Carabinieri Reali, che hanno pagato con la propria vita il prezzo della nostra libertà. Il libro rappresenta una appassionata ricerca storica, fatta di narrazione diretta dei fatti, stralci di giornali d’epoca, atti giudiziari, brani epistolari e dirette testimonianze.
www.heraldeditore.it/Libro-L-eccidio-della-colonna-Gamucci.html Libro edito da HERALD EDITORE

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI