Coldiretti Viterbo ha rieletto all’unanimità Mauro Pacifici Presidente

L’Assemblea Provinciale della Coldiretti di Viterbo, composta da 22 presidenti di sezione e 3 delegati di categoria, tenutasi martedì 11 aprile, ha riconfermato all’unanimità Mauro Pacifici come Presidente Provinciale della Coldiretti di Viterbo. Insieme a lui è stato nominato anche il nuovo Consiglio Provinciale, costituito da parte dei presidenti di alcune delle importanti articolazioni zonali del viterbese. L’elezione, avvenuta a scrutinio segreto, conclude questo intenso periodo di rinnovi delle cariche all’interno dell’associazione, che raccoglie sempre più associati e che si sta espandendo sempre di più sul territorio della Tuscia, come vero e proprio punto di riferimento non solo per gli imprenditori agricoli, ma anche per i consumatori che affollano in modo sempre maggiore i punti vendita ed i mercati di Campagna Amica.
Confermare la figura del Presidente è stato un indice della sempre maggiore solidità che la Coldiretti di Viterbo ha dimostrato in questi cinque anni; una squadra compatta e ben amalgamata, che ha intrapreso molteplici iniziative negli ultimi tempi. Lo stesso Pacifici, nel discorso di insediamento, ha sottolineato l’importanza di lavorare insieme, “perché l’unità è ciò che ci contraddistingue da tutto il resto, un’unità che va dalla più piccola sezione fino alla Confederazione. E’ ciò che ci permette di solcare una linea sempre precisa e marcata su ciò che va fatto a sostegno dei soci; a volte ci sembra di lasciare solo un graffio, ma a monte la grande forza della Confederazione lo demarca intorno ai tavoli con le istituzioni preposte e lo rende sempre vincente”.
“L’appoggio dei Presidenti di zona” afferma un emozionato Pacifici “è fondamentale per la piena realizzazione dei progetti che vogliamo portare avanti. Prendo l’incarico come se fosse il primo giorno. Cercherò di essere ricettore delle esigenze dei soci di tutte le zone nessuna esclusa”.
Entusiasta anche il Direttore Provinciale Coldiretti Viterbo, Alberto Frau: ”Adesso non è tempo di fermarci, anzi siamo solo all’inizio di una nuova Coldiretti che sta ampliando il suo raggio di azione a trecentosessanta gradi e che sempre di più rappresenta l’unico punto di riferimento non solo per le imprese agricole, ma anche per i cittadini. La fine delle elezioni ci presenta un quadro chiaro di come i soci delle varie sezioni hanno voluto democraticamente essere rappresentati” ed aggiunge “la Nuova Coldiretti è questo: una base solida, attenta e preparata, che possa fungere da supporto ai nuovi imprenditori agricoli ed a quelli di sempre; una Coldiretti al passo con i tempi, con un livello tecnico sempre più specifico; Coldiretti Viterbo è oggi una realtà dinamica, veloce, giovane e sempre a disposizione, ma soprattutto una realtà che vuole osare, che non vuole guardare solo a ciò che è a portata di mano, noi vogliamo andare oltre, scommettere su noi stessi”.
I risultati che la Coldiretti provinciale ha portato a casa quest’anno, dimostrano quanto la provincia di Viterbo sia attiva; non solo dal punto di vista delle attività lavorative, ma anche della partecipazione all’azione sindacale. Tra i neo-eletti vi sono ben sei nuovi presidenti quasi tutti provenienti dal gruppo Giovani Impresa Coldiretti Viterbo.
Parlando al Consiglio, il Presidente ha messo in evidenza che l’impegno per l’attività all’interno del sindacato deve essere giornaliero e fortemente sentito; e non è tanto la posizione, ma la qualità del posto che si ricopre a creare un senso del dovere incredibile. Avere la possibilità di portare le richieste delle aziende rappresentate ai tavoli di trattativa della Regione o della Provincia, è un’opportunità che non viene data facilmente; ma è una crescita professionale dell’intero sindacato, non solo della singola figura rappresentante. Fare il presidente di Coldiretti è come partecipare ad un master di alta formazione, che struttura le persone verso una preparazione ed un senso del dovere incredibili.
L’assemblea si è conclusa tra gli applausi dei partecipanti ed un piccolo brindisi di buon auspicio per la nuova compagine. Anche gli impiegati ed i collaboratori hanno appreso la notizia con grande fiducia per l’operato futuro del Presidente Pacifici.

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI