Civita di Bagnoregio: la “Casa d’Artista” economia condivisa con Airbnb

Airbnb è un portale online che mette in contatto persone in ricerca di un alloggio o di una camera per brevi periodi con persone che dispongono di uno spazio extra da affittare, generalmente privati.Civita di Bagnoregio con il sindaco super manager Francesco Bigiotti si affida all’organizzazione per cercare turisti di prima qualità il cui ricavato sarà destinato al recupero contro quell’erosione continua che mette a rischio il futuro di Civita. Un esempio di economia condivisa.
In un articolo pubblicato sabato scorso sul quotidiano La Repubblica una intera pagina è dedicata all’argomento.
Il progetto è denominato “Casa dell’Artista” ed è presentato in occasione delle “Giornate europee del patrimonio”.
Prevede di immettere su AIRBNB la piattaforma di condivisione di stanze in il primo edificio pubblico con il Comune di Bagnoregio che diviene host e gestirà in piena autonomia il suo “immobile”. La casa ospiterà artisti provenienti da tutto il mondo che in cambio lasceranno al Comune una propria opera prodotta durante il loro soggiorno. Il ricavato servirà a finanziare il recupero della “città che muore”.
Il primo immobile lanciato sulla piattaforma sarà “Casa Greco”, storico edificio inagibile che l’amministrazione comunale ha recuperato. L’idea è nata dalla collaborazione di Airbnb con il presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti che il sindaco Biagiotti ha colto al volo senza il minimo indugio. Un vero esempio di come la sharing economy, che definisce un modello economico basato su di un insieme di pratiche di scambio e condivisione, possa dare impulso al turismo di qualità e di come la politica capace sappia generare buone idee. Civita di Bagnoregio per la Tuscia oltre che un gioiello, il faro.

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI