Ciuf Ciuf… parte il trenino turistico per il Viterbo tour

Donatella Agostini

Il trenino, allegro e colorato, attraversa le vie del centro storico di Viterbo, tra il divertimento dei passeggeri e lo stupore dei cittadini che assistono al suo passaggio. È la corsa inaugurale del nuovo servizio “Viterbo Explorer”, una novità per il capoluogo della Tuscia, una realtà consolidata in altre città italiane a vocazione turistica maggiormente consolidata. Un’esperienza per adulti e bambini che coniuga arte, cultura, storia e divertimento. Il tour, della durata di circa mezz’ora, si snoda fra la Pensilina di piazza Martiri d’Ungheria, sede dell’Ufficio Turistico, procedendo in direzione piazza del Plebiscito, verso il Palazzo Papale; costeggia poi i quartieri medievali di San Pellegrino e Pianoscarano, scendendo valle Faul per tornare a via Marconi. Si sale infine a piazza della Rocca, e costeggiando le mura si torna alla Pensilina. La guida audio accompagna i visitatori alla scoperta di angoli e scorci suggestivi del centro storico, illustrandone storia e aneddoti in italiano e in inglese. Sono previste delle fermate, per consentire ai passeggeri di ammirare le vie e le piazze cittadine e di scattare foto. “Abbiamo scelto di presentare il tour attraverso l’esperienza reale”, ha esordito il vicesindaco Luisa Ciambella, che insieme all’assessore Delli Iaconi e alla consigliera Bizzarri ha accompagnato i rappresentanti della stampa locale lungo tutto il percorso. “Un itinerario scelto per mostrare le attrattive storiche e architettoniche più rilevanti, compatibilmente con le esigenze della viabilità cittadina e con la logistica dei quartieri storici. E perché no, pensato anche per essere una passerella sulle attività commerciali del centro”. Il trenino turistico è un’iniziativa privata della ditta ascolana Giocamondo – già presente in altre città italiane – che cogliendone il potenziale turistico ha scelto di investire nella nostra città, assumendo fra l’altro personale viterbese. Il trenino di “Viterbo Explorer” è a basso impatto ambientale e può portare fino a 56 persone.  Giocamondo fornirà il servizio per il periodo sperimentale da luglio a febbraio 2018, una scelta opportuna in una città tradizionalmente poco propensa alle innovazioni. “Verrà prima testata l’accoglienza che un’iniziativa del genere incontrerà presso la cittadinanza e i turisti” ha continuato il vicesindaco. “Ci auguriamo che Viterbo Explorer abbia il successo che merita, anche fra i residenti, per i quali potrebbe funzionare da piccola circolare cittadina. Per la nostra amministrazione è un ulteriore passo avanti verso la realizzazione di una città a compiuta dimensione turistica, obiettivo che ci sforziamo di realizzare”. Popolari le tariffe, pensate per andare incontro ai turisti e ai cittadini in un periodo di crisi: il biglietto è di 6 euro, che scende a 4 euro per i residenti e per i bambini da 4 a 12 anni. Gratuita la corsa per i bimbi fino a tre anni di età e per i diversamente abili. Previste anche facilitazioni e pacchetti per famiglie e per gruppi. Ingresso libero anche ai nostri amici animali. I biglietti sono acquistabili presso il gazebo in piazza Martiri d’Ungheria, dove il personale sarà lieto di fornire anche informazioni turistiche sulla città.

 

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI