Ciclo di incontri su integrazione Europa Mediterranea

“L’Europa Mediterranea nell’integrazione europea” è un ciclo di incontri a tema comune, che si terrà presso l’Aula Magna del dipartimento DEIM nei mesi di Aprile e Maggio per il progetto MedEu , che mira a creare una cattedra Jean Monnet presso l’Università della Tuscia, offrendo attività didattiche su studi storici europei, promuovendo la conoscenza e la consapevolezza dei processi di integrazione europea, focalizzando l’attenzione sul Mediterraneo come spazio di scambio e l’integrazione stessa.
Il progetto stimolerà conoscenza delle politiche europee e del governo da un punto di vista interdisciplinare, che unisce storia, politica, economia e scienze sociali, al fine di offrire una conoscenza approfondita dei diversi aspetti delle politiche europee nel Mediterraneo. Sarà inoltre trattato il tema dei diritti umani e delle Relazioni Internazionali tra l’Europa e paesi terzi.
I Principali obiettivi del MedEu sono:
.aprire attività didattiche di alto livello per studenti di tutte le discipline
. offrire un nuovo tipo di workshop, che presenterà elementi comuni della cultura mediterranea, la promozione di un senso di identità e stimolando il dibattito sul dialogo interculturale, la tolleranza, il rispetto per l’alterità
. promuovere nelle università una forma di “learning by doing” attraverso il quale gli studenti potranno presentare e promuovere attivamente l’integrazione europea, attraverso presentazioni e attività nelle scuole superiori locali.
Medeu, proporrà eventi di informazione che stimoleranno la conoscenza e la consapevolezza del ruolo di Europa Mediterranea e potenziale attraverso soggetti politici della società civile, facilitando il dialogo e lo scambio tra istituzioni e cittadini.

Programma del seminario
12 Aprile ore 14-17 Leila El Houssi, Università di Padova “Il Maghreb tra storia e attualità politica”

14 Aprile ore 9-12 Massimo Piermattei, Università della Tuscia “l’Europa mediterranea nell’integrazione europea (1987-2015)

19 Aprile ore 14-17 Sante Cruciani , Università della Tuscia “Le sinistre e l’integrazione europea dall’elezione diretta del Pe a Maastricht

21 Aprile ore 9-12 Simone Paoli, Università di Padova “I movimenti migratori e le politiche della Cee dagli accordi bilaterali al trattato di Schengen”

26 Aprile ore 14-17 Bruna Bagnato, Università di Firenze “Il caso algerino e la rilettura del passato coloniale dell’Europa”

28 Aprile ore 9-12 Federica Di Sarcina, Università eCampus “Le pari opportunità tra Europa e Mediterraneo

3 Maggio ore 14-17 Filippo Focardi, Università di Padova, “L’Europa e le sue memorie “

17 Maggio ore 14-17 Stefano Filippi, Università della Tuscia “L’importanza strategica dell’Europa occidentale unita nel secondo dopoguerra: gli Stati Uniti e l’esercito europeo. Momenti di propaganda nell’area mediterranea e Marilisa Merolla Università La Sapienza” Propaganda della Allied Forces e musica rock: i linguaggi della politica internazionale nell’Europa mediterranea

L’Azione Jean Monnet è un’iniziativa della Commissione Europea che si pone l’obiettivo di promuovere lo studio dell’integrazione europea, la costruzione dell’Europa comunitaria ed i suoi sviluppi istituzionali, giuridici, politici, economici e sociali. Le sovvenzioni della Commissione Europea sono finalizzate alla creazione di Cattedre Jean Monnet o Cattedre Jean Monnet ad personam, corsi permanenti sull’integrazione europea, moduli europei, poli europei Jean Monnet.
Dal 1990 l’Azione Jean Monnet ha contribuito alla realizzazione negli Stati membri di 2319 nuovi progetti d’insegnamento sull’integrazione europea di cui 47 Poli europei, 491 Cattedre Jean Monnet, 800 Corsi permanenti e 641 Moduli europei.

.

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI