Christmas Village 2017: tante le novità per superare il successo dell’edizione 2016

Si parte in anticipo ripesto allo scorso anno : il 24 novembre …è quanto lascia scoprire Fondazione Caffeina illustrando iniziative e attrazioni del Christmas Village 2017…
Allora cosa bolle in pentola? Tra le novità, annunciate oltre all’ingresso in piazza del Teatro,nella scorsa edizione i commercianti si erano sentiti tagliati fuori, la Casa di Babbo Natale dopo lo “sfratto” da Palazzo degli Alessandri, che la Provincia ha destinato al Consorzio biblioteche, più che una semplice Casa “sarà un intero borgo – dichiara Baffo – in un chiostro tra piazza della Morte e via dei Pellegrini. Diverse stanze e anche una vera stalla, oltre a spazi di qualità dove poter attendere al caldo lo scorrimento della fila”.Il primo anno insegna…
L’ubicazione delle Poste di Babbo Natale sarà in un palazzo di 3 piani in via S. Lorenzo con laboratori e workshop -, e il Parco del Paradosso ospiterà tre attrazioni: il Mondo degli elfi con il villaggio magico interattivo, e l’Allegra fattoria con veri animali.
A piazza San Lorenzo altra novità, sarà allestita un’antica giostra, di quelle con i cavallucci in legno, che fanno tanto Natale nei paesi del Nord Europa.
La pista, quest’anno con ghiaccio vero, troverà posto in piazza del Comune. E “fondazione Caffeina, se il progetto sarà approvato, – afferma Rossi – si sobbarcherà i costi dell’allestimento dell’albero luminoso”.
Protagonista del Christmas 2017, secondo gli organizzatori , in quanto gli stessi, sarà anche il teatro Caffeina – all’ex San Leonardo in via Cavour – che ospiterà le rappresentazioni precedentemente tenute nella sala Alessandro IV del Palazzo papale.
Il presepe al coperto più grande del mondo sarà allestito su due piani e sviluppato sia nelle scuderie che nella sala del Palazzo dei Papi guadagnando in spazio il doppio di superficie dello scorso anno”.
Un’altra idea su cui stanno lavorando i due infaticabili organizzatori dell’evento Baffo e Rossi è la trasfromazione dei locali della Zaffera nel mondo dei ghiacci.
Le idee sono tante e debbono essere sviluppate al meglio per corrispondere al successo che l’edizione numero uno del Christmas Village ha reso al di sopra di ogni aspettativa.In questa edizione si cerca di far soggiornare il visitatore,sarebbe una boccata di ossigeno per gli operatori e l’indotto qualora accada.

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI