Chenditrì – L’albero delle caramelle spettacolo per bambini e ragazzi

Uno spettacolo ispirato al dramma L’eccezione e la regola di Bertolt Brecht e alvideo-documentario Land Rush (2012) di Hugo Berkeley e Osvalde Lewat.Presso Il Giardino di Filippo -Strada del Cerro 17, Viterbo il 26 novembre alle 18.00

Siamo a Balalla, ai confini del deserto. Langmann, mercante di caramelle, viaggia per collaudare la sua ultima invenzione: la caramellina, un seme che in pochissimo tempo fa nascere gigantesche piante caramellose.
Così Langmann raggiunge le antiche piantagioni per impossessarsene e piantare i suoi semi prodigiosi. Là incontra Idrissa, l’ultima contadina rimasta a prendersi cura delle terre.
Langmann ha con sé delle carte che parlano chiaro:
“Il governo di Balalla mi autorizza a tagliare tutti i tuoi alberi e tutte le tue piantine rinseccolite
per i miei Candy Tree”.
Cosa succederà a questo punto? Che ne sarà delle antiche piantagioni di Balalla?

LO SPETTACOLO
sarà preceduto da un laboratorio di due ore in una classe della scuola secondaria di primo grado di Bagnaia, volto alla sia a una breve sperimentazione della tecnica teatrale che al coinvolgimento degli studenti nella tematica affrontata dallo spettacolo il giorno seguente.
Il Teatro, forma interattiva di linguaggi diversi, si configura come prezioso strumento formativo, multidisciplinare e interdisciplinare. Inoltre, lo strumento teatrale apre nuove possibilità di immaginazione attraverso l’espressione “dal vivo” di storie e tematiche, creando interazione tra pubblico e spettatori.
L’incontro sarà suddiviso in due parti, una dedicata al riscaldamento fisico e vocale e a esercizi di espressione corporea. Mentre, nella seconda parte ci concentreremo nell entrare “nel vivo” della storia, attraverso improvvisazioni e esercizi di drammaturgia partecipata.

Con Chenditrì, Obsoleta Teatro prosegue un percorso iniziato con In the bottle!, spettacolo sulla raccolta differenziata e sul ciclo dei rifiuti.
Parte della scenografia dello spettacolo, infatti, è stata realizzata utilizzando materiali di scarto.

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI