Madonna della Quercia: rinnovato il Patto di Amore, aperta la Porta Santa

Le previsioni meteorologiche in allerta hanno privato della processione annullata.Ma tutto poi si è svolto secondo il programma varato per festeggiare i 550 anni del patto d’Amore tra la città di Viterbo e la Madonna della Quercia.

Alle 10 in Basilica è stata aperta la Porta Santa è iniziato il Giubileo Straordinario di un anno concesso da Papa Francesco per il VI Centenario della Madonna della Quercia.

Alle 17 in Basilica, si è rinnovato il Patto d’Amore tra la città e la sua Custode, la Madonna della Quercia, (già voluta Patrona della Diocesi da San Giovanni Paolo II nel 1986), alla presenza del Sindaco Michelini e del Vescovo Fumagalli.

Sono state consegnate alla Madonna della Quercia le Chiavi della Città di Viterbo, come atto concreto della nomina a “Custode di Viterbo” da parte del Comune di Viterbo lo scorso 17 maggio. Mutuando lo straordinario rituale del primo Patto d’Amore di 550 anni fa, sono state esposte esposte le reliquie di 11 santi legati a Viterbo: Santa Rosa, San Bonaventura da Bagnoregio, Santa Lucia Filippini (compatroni della Diocesi), Santa Elisabetta d’Ungheria, Santa Rosa Venerini, San Crispino, Santa Giacinta, San Sisto, San Lorenzo Martire, Santi Valentino e Ilario, San Giovanni Battista.

A seguire, rinfresco per tutti i partecipanti nello splendido Chiostro Rinascimentale insieme agli Sbandieratori di Viterbo, alle confraternite, ai Facchini di Santa Rosa, ai maratoneti di Lux Rosae e a tutte le altre associazioni che sono presenti per vivere questo bel momento di condivisione del senso di appartenenza alle radici storiche culturali e devozionali della nostra città.

L’ annullo filatelico straordinario di Poste Italiane ha celebrato questa giornata unica. Nonostante il clima avverso si è vissuta una giornata di grande emozione che segna l’inizio di un anno eccezionale, ricco di eventi e iniziative.

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI