Caterina Laurenti:dalla pizza Civita alla sfida a Alice Master Pizza

Caterina Laurenti, bagnorese doc di 24 anni, a Bagnoregio lavora e gestisce insieme alla sua grande famiglia il Ristorante Pizzeria Il RIPI&GO. Da sempre è affascinata dal mondo della pizza a cui s’indirizza l’attività di famiglia che da sola fa impresa. Ci sono i genitori e i suoi sei fratelli, lei è la quinta. L’attitudine verso la cucina è un aspetto che lega tutta la sua famiglia in una grande passione: un papà sommelier, una mamma chef e 6 fratelli che lavorano come cuochi, camerieri e rappresentanti alimentari. Non potevamo che aspettarci un’ entusiasta pizzaiola, che ha puntato al podio di Alice Master Pizza.
Il suo cavallo di battaglia? La pizza Civita, la più richiesta:bianca, con salsiccia e il finocchietto selvatico della Valle dei Calanchi. Subito dopo la pizza Cesarina ad onore della mamma, con la crema di scamorza affumicata.
A Master Pizza ci è arrivata da appassionata del canale Alice, seguito chiaramente da tutta la grande famiglia. E’ rientrata tra i 60 selezionati in tutta Italia e se l’è giocata nella sesta puntata. I tre giudici di Alice Master Pizza si sono trovati davanti sei concorrenti agguerriti e di altissimo livello professionale, appartenenti a generazioni diverse, dai 20 ai 60 anni di età. Lei, Caterina Laurenti di Bagnoregio, Enrico Dutto di Cuneo, Gianpaolo Camarca di Avellino, Salvatore Gatta da Scalera (PZ) , Ignazio di Marzo da Crema ed Enrico Zambardino di Napoli. La prima prova, nella quale i sei concorrenti hanno dovuto confrontarsi è stata la prova impasto o “prova dell’amore”. I concorrenti sono stati divisi in gruppi di tre e messi alla prova ad impastare rigorosamente a mano, dando il proprio tocco personale all’impasto. Per la seconda prova, i sei concorrenti sono stati divisi in coppie. La prima coppia, formata da Salvatore Gatta e Enrico Zambardino alle prese con la prova ingredienti, per la creazione di una pizza contenente un ingrediente obbligatorio. Caterina formava la seconda coppia con Enrico Dutto. Il compito era rispondere a 10 domande di cultura enogastronomica per conquistarsi la possibilità di utilizzare altrettanti ingredienti con cui farcire una pizza di loro creazione. La sfida è terminata con un punteggio di 6 a 3 in favore di Enrico. Caterina si è dovuta accontentare di soli tre ingredienti per farcire la sua pizza e ha scelto mozzarella, salsiccia e friarielli. E se con Alice non è salita sul podio , la sua tribuna rimane la Pizzeria il Ripi&go a Bagnoregio nella centralissima via Matteotti al n.35 (www.ilripigego.it). Qui si diletta a provare le varietà infinite di pizza, ( c’è pure quella al metro Fragolina Wustell e Margherita, un tris da leccarsi i baffi). Tripadivisor ha assegnato al Ripi&go il certificato d’eccellenza 2015 con la motivazione: “Mangi di tutto e mangi bene, pizza speciale, personale idem. I prezzi sono contenuti e la cordialità di Mauro, il titolare, ti fa sentire a casa tua”. Ne affiora la storia di famiglia che ha come unico denominatore la grande passione per la cucina. Lo sanno quanti fanno tappa alla meravigliosa Civita di Bagnoregio pensando di chiudere il giro con una sosta culinaria al Ripi&go , per vivere la giornata in tutti i sensi. Abbiamo chiesto a bruciapelo a Caterina cosa le ha dato l’esperienza di Master Pizza,ci risponde:” il confronto con i colleghi, volentieri la ripeterei”. Alla domanda qual è il suo sogno, senza esitare risponde: “Rimanere a Bagnoregio, la mia terra, con la mia grande famiglia, un nucleo inscindibile”. www.alice.tv/master-pizza-
.

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI