Castello Ruspoli e il Giardino all’Italiana. Una giornata con Donna Giada

Insieme all’Associazione Culturale Next Scuola di Arti di Arti Visive,l’anno 2017 sarà dedicato alla scoperta di castelli e palazzi della Tuscia. Dopo il grande successo della prima iniziativa durante la giornata di domenica 29 gennaio al Castello Ruspoli a Vignanello, abbiamo pensato di riproporre l’evento domenica 12 febbraio per tutti coloro che non hanno potuto essere inseriti nella prima giornata.
L’amore della famiglia che possiede da secoli questo antico Maniero ne ha preservato intatto tutto il fascino. Al nostro Arrivo la Principessa Giada ci accoglierà e ci illustrerà l’albero genealogico della sua famiglia. Il percorso inizierà in mia compagnia dal piano terreno dove visiteremo la cappella privata di Santa Giacinta Marescotti nata come Clarice nel 1585, proprio al Castello. Proseguiremo nelle stanze del piano nobile per ammirare le sale affrescate, i ritratti di personaggi illustri, le foto d’epoca ed infine a il giardino all’italiana considerato uno dei più belli d’Italia.
Un pò di storia del Castello:
Il giardino storico fu fatto realizzare da Ottavia Orsini nel 1611. Il colpo d’occhio che si ha dal castello sul parco e sul giardino ricco di architetture floreali alla francese e con giardino segreto è davvero unico. Il “Giardino della Verdura” che costituisce la parte forse più interessante e meglio conservata dell’intero complesso è suddiviso in 12 parterre il cui perimetro è composto da siepi miste di alloro, lauroceraso viburno tino e bosso, grazie anche alla memoria storica di Santino, il giardiniere che con passione e amore lo cura. La forma attuale del castello è dovuta alla ricostruzione forse su progetto di Antonio Sangallo il Giovane, tra il 1531 e il 1538 voluta da Beatrice Farnese e dal genero Sforza Marescotti. La Rocca si trasformò così nello splendido castello che è tuttora la residenza estiva dei discendenti della famiglia Ruspoli, Claudia e Giada che hanno mantenuto vivo l’amore per la struttura. In questo luogo che traspira di storia il musicista austriaco Franz Joseph Haiden compose nei suoi soggiorni molte delle sue opere. Si racconta anche, che come in ogni castello che si rispetti, vi si aggirino i fantasmi, annunciati dallo scricchiolio dei mobili, del resto il fascino della leggenda rende ancor più bella la storia di ogni castello.
Appuntamento domenica 12 febbraio alle ore 10 in Via dell’Uliveto da dove, per gentile concessione, potremo accedere al Parco della Marescotta e parcheggiare li le auto (Traversa di Via della Mola che costeggia il muro del giardino del Castello, cancello con i due grandi pini)
Prenotazione obbligatoria. Termine ultimo per le adesioni 10 FEBBRAIO. Posti limitati
Per info:Anna Rita Properzi Guida Turistica tel. 333 4912669; e-mail: annaritaproperzi@gmail.com
Antonella Properzi Pres. Associazione Next tel. 347 9468960

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI