Caso Orlandi: “La verità sta in cielo” il film di Faenza dal 6 ottobre nelle sale

Accadeva 33 anni fa, scompariva a Roma la quindicenne Emanuela Orlandi, usciva dalla scuola di musica che si trova nei pressi della Basilica di Sant’Apollinare, per sparire nel nulla. Una storia che è ancora attuale. Il film tenta di fare quella giustizia che la giustizia non è riuscita in realtà a fare. Un caso ancora avvolto dal mistero, come si vede pure nel film.
Un cast di attori importanti, come Riccardo Scamarcio, Maja Sansa, Valentina Lodovini, Greta Scarano. Alcuni di loro all’epoca dei fatti non erano nemmeno nati. Il regista Roberto Faenza torna su una storia che ha lasciato aperti enormi dubbi e dolorose ferite. Il film si chiama “La verità sta in cielo”, da una frase pronunciata da Papa Francesco al fratello di Emanuela, Pietro. Ma il regista è convinto dell’opposto: che la verità stia in realtà in terra. E il finale del film indica anche l’ultimo metro che manca da percorrere. Tutti i personaggi danno riferimento ai personaggi che hanno partecipato a questa dolorosa vicenda.
Rai Cinema ha avuto il coraggio di sostenere il film. Un film di grande impegno civile, che vuol aiutare a far capire a tutti e il cinema ha la potenza di arrivare dove non arriva altro linguaggio. Un bell’esempio di servizio pubblico. “Manca un ultimo metro per sapere quello che già si sa”. A pronunciare queste parole Roberto Faenza, il regista del film su Emanuela Orlandi, che uscirà il 6 ottobre nelle sale italiane.

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI