Il caso della Banditaccia: archeologia e nuove tecnologie a Cerveteri

Proseguono gli incontri a Palazzo Clementi con la presentazione dei risultati delle attività di ricerca e valorizzazione sul sito della Necropoli della Banditaccia a Cerveteri, attraverso le nuove tecnologie promosse tra il 2013 e il 2017 dalla Soprintendenza e dal CNR-ITABC.
Negli ultimi ultimi anni la Soprintendenza e l’Istituto per le Tecnologie Applicate ai Beni Culturali del CNR hanno svolto interventi di studio, documentazione e valorizzazione in diversi contesti della Necropoli della Banditaccia a Cerveteri con particolare attenzione al settore dei Grandi Tumuli e dell’Altipiano delle Onde Marine. Le attività di ricerca hanno portato a definire metodologie innovative di intervento che tengono unite le esigenze della documentazione a quelle della valorizzazione. Nella presentazione verranno illustrati i risultati dei rilievi fotogrammetrici da drone (UAV) per la restituzione 3D e ancora le applicazioni progettate specificatamente per Cerveteri per la fruizione immersiva (oculus) e l’esplorazione dello spazio 3D in contesto archeologico e museale.
Nel corso della presentazione dello scavo all’altipiano alle Onde Marine, ultimato nel 2016 e che ha restituito un complesso monumentale di grande estensione, verrà mostrata la prima versione del tavolo touch 3D progettato e realizzato dal CNR-ITABC con fondi della legge 77 per l’esplorazione dello scavo.

www.sabap-rm-met.beniculturali.it

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI