Cantiere via Cairoli; Michelini e Ricci tranquillizzano i commercianti

I commercianti protestano? Il Sindaco Michelini e l’Assessore Ricci si presentano puntuali nella tarda mattinata di lunedi 24 luglio all’appuntamento all’aperto proprio nella via Cairoli oggetto della discordia, che da trenta anni aspettava i lavori di pavimentazione e di rifacimento dei marciapiedi. Lavori urgenti su una strada ridotta ad un colabrodo E su questo nessuno tentenna.
L’oggetto del contendere secondo i titolari di attività è di avere una idea precisa sulla scadenza dei lavori, in quanto aveva messo in allarme nei giorni scorsi l’apparizione del cartello di direzione lavori che ne fissava la scadenza a giugno 2018.
Sindaco e Assessore si sono posti in maniera collaborativa verso gli esercenti di attività che bene o male in tempi cui la crisi morde e ci si arrabatta per andare avanti, l’ipotesi di fermare i flussi ha significato quantomeno preoccuparsi.
Nell’incontro i commercianti sono stati rassicurati su alcuni punti ritenuti accettabili.
A carico del comune di Viterbo verrà’ apposta a breve termine una segnaletica con indicate tutte le attività che incidono nella via,
sarà resa una viabilità più flessibile facendo entrare le auto da piazza San Faustino, direzione via delle Piagge, con il senso diretto a piazza del Sacrario.
La scadenza dei lavori, guadagna circa un mese e secondo quanto dichiarato dovrebbe essere prevista ad inizio di dicembre, in modo che in prossimità del Natale le attività lavorino a pieno ritmo in modo funzionale.Alla riapertura della strada verrà pure organizzata una grande festa.
Ci sarà un controllo stretto da parte dell’Amminsitrazione sull’avanzamento dei lavori.
“Chiediamo che il controllo sia potenziato per sentirci tutelati” ribadiscono a tambur battente i presenti.
Per quel che concerne il decoro, la raccollta dei rifiuti avrà maggiore attenzione rispetto ai canoni abituali, tenendo conto dell’alta densità abitativa multietnica del quartiere.
Alla commerciante che chiedeva al primo cittadino se nella fase dei lavori ci potessero essere delle agevolazione sulle tassazioni quali rifiuti o quant’altro, la risposta è stata decisa ed unanime e a riparo da ogni dubbio: “ Non sono previste”.
La massima disponibilità ad ascoltare è stata ribadita dai due amministratori nella fase di commiato ed è così che la prima riunione sulla via della discordia si è conclusa.

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI