Canti popolari svedesi con il Coro di Goteborg a Civita Castellana

Il valzer, la polka, la scottich, hambo e mazurka. La musica tradizionale svedese per un giorno oltrepasserà i confini sbarcando a Civita Castellana. Nella splendida cornice della Chiesa Cattedrale di Civita Castellana, in programma nell’anteprima di CiviTONICA, martedì 1 settembre alle 17 ad esibirsi sarà il Coro di Goteborg della chiesa di Hogsbo, proponendo un repertorio di suite liriche e canti popolari svedesi.

Il coro è composto da quaranta elementi, diretti dal maestro Magnus Wassenius con al pianoforte Anna Maria Gillholm. Il maestro Wassenius, cinquantenne, esperto suonatore di violino, fisarmonica e violinista dell’orchestra della città, oltre alle manifestazioni settimanali, organizza viaggi annuali, in vari paesi europei ed extraeuropei. Il gruppo è stato in Bielorussia ed ha visitato la minoranza svedese, in diverse zone d’Italia, a Cuba. Tutte le musiche che il Coro eseguirà a Civita Castellana sono state scelte con cura esclusivamente per dare alla comunità un’ idea di quelle che sono le tradizioni svedesi.

Il coro si esibirà sulle musiche di Lars Erik Larsson, un compositore svedese che ha scritto per il teatro, il cinema e la trasmissione, in aggiunta alle forme più tradizionali di sinfonia, concerto, musica da camera e vocale. Forkladd Gud – Un dio in disguise – Un dio dissimulato, op. 24 1940, suite lirica per coro misto sul testo scritto da poeta Hjalmar Gulberg. Infine canti popolari della tradizione svedese.

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI