Campo archeologico di Civitella in attesa delle attività di scavo

Restano ormai solo pochi giorni al VII° Campo archeologico di Civitella, nel comune di Arlena di Castro, organizzato e promosso dal Gruppo Archeologico Città di Tuscania, in collaborazione con i Gruppi Archeologici d’Italia. I volontari tuscanesi sono al lavoro per ultimare i preparativi che condurranno ad una sicura buona riuscita dell’iniziativa, che ha riscosso grande successo. Il Direttivo del G. A. Città di Tuscania ha nelle scorse settimane concluso un accordo di collaborazione con un’associazione francese, Union Rempart, attiva da decenni nel campo della tutela e della salvaguardia del patrimonio culturale francese ed europeo. Quest’accordo, le cui basi erano state poste già alcuni anni fa durante un convegno internazionale tenutosi in Francia ed al quale avevano partecipato il Direttore Alessandro Tizi e un socio del Gruppo Archeologico Romano, il Dr. Ilario di Nardo, il cui impegno è stato determinante, ha garantito la presenza di circa 10 volontari francesi, che saranno impegnati nel recupero e nella valorizzazione del sito archeologico di Civitella, che fin dal 2011 è indagato dai volontari di Tuscania. Ma il Campo Archeologico 2017 presenta più di un’iniziativa collaterale allo scavo, fra cui laboratori, visite e già un primo intervento diretto a Tuscania, anche in vista di un ormai sempre più concreto impegno futuro nella cittadina sede dell’associazione. Il VII Campo Archeologico a Civitella vedrà impegnati in totale una ventina di partecipanti, italiani e stranieri, studenti e non, oltre ai volontari tuscanesi e della provincia di Viterbo, che hanno aderito all’associazione in massa, già 50 i soci iscritti nei primi quattro mesi di attività del Gruppo Archeologico Città di Tuscania. Inoltre, il Direttore A. Tizi, intende ringraziare la Banca di Credito Cooperativo di Roma, che, attraverso la Filiale di Tuscania, ha concesso un importante contributo economico al progetto, una somma consistente che verrà utilizzata per la messa in sicurezza del sito archeologico e per la sua valorizzazione. Infine il Gruppo Archeologico Città di Tuscania intende ringraziare le istituzioni che stanno rendendo possibile il successo delle attività, in particolare l’Amministrazione Comunale di Tuscania e il Sindaco Fabio Bartolacci, che hanno concesso la struttura ospitante, lo Stadio Comunale Fioravanti, la P.D. Fulgur Tuscania e il Presidente Giovanni Sposetti, per la collaborazione nell’organizzazione e l’Amministrazione Comunale di Arlena di Castro e il Sindaco Publio Cascianelli per l’attenzione e la disponibilità nell’ascoltare tutte le richieste presentate dai volontari. Non rimane che attendere l’inizio delle attività di scavo a Civitella e le scoperte che certamente contribuiranno a comprendere la struttura e la storia di questo straordinario castello immerso nel fitto del bosco.

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI