In cammino sulle vie dell’esilio di Santa Rosa, ultima tappa

Domenica 4 dicembre 2016 in occasione della ricorrenza anniversario esilio di Santa Rosa da Viterbo ultima tappa
del Cammino sulle vie dell’esilio di Santa Rosa, organizzato da Silvio Cappelli con la sua associazione culturale Take Off che ha lo scopo di rievocare l’esilio di Santa Rosa dalla città di Viterbo avvenuto, secondo le fonti storiche, il 4 dicembre 1250.
L’appuntamento è fissato per le 8 a Viterbo in piazza San Francesco, di fronte alla basilica omonima. la partenza è fissata per le 8,30 dopo la messa, dopo aver letto la preghiera del pellegrino e dopo aver ricevuto la benedizione, con la reliquia di San Francesco, da parte del parroco padre Agostino Mallucci ofm.

Un percorso a piedi lungo circa 18 chilometri, quasi interamente all’interno dei boschi sui sentieri dei Monti Cimini (molto verosimile a quello compiuto da santa Rosa nel 1250), che da Viterbo porta a Soriano nel Cimino. Il gruppo dei partecipanti partirà, come avvenuto nei nove anni precedenti, all’insegna della pace, della fraternità e dell’amicizia.

Da piazza San Francesco si percorreranno via Matteotti, piazza Verdi, via F.lli Rosselli, via Genova, via Belluno e strada Palanzana. Poco prima dell’eremo della Palanzana si girerà a sinistra per percorrere una strada bianca che, attraversando il Parco dell’Arcionello, condurrà i partecipanti all’attraversamento della Strada Romana, all’altezza dei numeri civici 5. Qui ci sarà una prima sosta con un punto di ristoro.

La camminata proseguirà per strada Costa Volpara e strada Piscine, fino all’attraversamento della strada provinciale Piangoli, fino a imboccare la strada bianca che porta alla sorgente Acquaspasa.

L’arrivo alle sorgenti, attraverso antichi sentieri e mulattiere, è previsto per le 13 circa. In questo luogo esiste un’area attrezzata con panche e tavoli ed è prevista una sosta per il pranzo. Verso le ore 14 il cammino riprenderà, all’interno del bosco, salendo verso la sorgente Grillara. Questo è il punto più alto del percorso, rispetto al livello del mare, circa 750 metri di massima altitudine, dopo aver percorso 13 chilometri e 600 metri circa. Misurazioni, queste, molto attendibili perché fatte con il navigatore gps che ha registrato, negli anni precedenti, anche l’intero tracciato percorso dai partecipanti.

L’arrivo a Soriano nel Cimino, attraverso i boschi, è previsto intorno alle 16 dopo circa 4 chilometri e 400 metri. Il ritorno a Viterbo avverrà con mezzi propri, con bus, o con l’utilizzo del trenino Met.Ro (ex ferrovia Roma Nord).

Informazioni tel.3382129568

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI