Camminare verso il Gran Viale, il sogno di Paolo III

Metti una sera d’estate a camminare insieme, uno dei luoghi più belli della nostra città. Paolo III Farnese, nel ‘500, volle creare un collegamento tra Viterbo e il Santuario della Madonna della Quercia. Nacque così il Gran Viale, oggi Viale Trieste, 2.2 km di strada alberata ricca di storia e cultura con cui dal centro storico si giunge alla Basilica più importante ed imponente della nostra Provincia. Nell’anno in cui si festeggiano i 600 anni della Madonna della Quercia, da Federico II che istituì la fiera del bestiame alle grandissime maestranze che lavorarono nella “grande fabbrica” della Basilica, una serata per conoscere un pezzo fondamentale della storia della nostra città (e non solo), con visita straordinaria notturna al Santuario e a tutti i suoi spazi, esterni e interni, la Basilica, i due Chiostri, la Sacrestia, il sorprendente e poco conosciuto museo degli Ex Voto. Al termine rinfresco nel Chiostro. 

Info e prenotazioni : segreteria@prolocoviterbo.it – 393 3232478

 

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI