Calanchi di Civita: un sogno a occhi aperti

L’associazione 33trek organnizza per domenica 22 ottobre un’escursione nella grande vallata dei Calanchi di Civita di Bagnoregio, uno dei luoghi più citati della Tuscia Viterbese, un posto fantastico e surreale, spettrale e suggestivo al tempo stesso.
I “Calanchi” sono creste d’argilla dalla forma ondulata e talvolta esilissima, inasprite qua e là da ardite pareti e torrioni solenni; viene erosa e continuamente modificata dall’azione delle piogge e dei venti, trasformando i dolci pendii collinari in terreni impervi, percorsi da grigie creste scoscese, affilate come lame.

Partenza dal Belvedere di Lubriano, balcone semplicemente meraviglioso, di fronte al quale il borgo rossiccio di Civita si erge come un’isoletta nella fragile immensità dei calanchi, “mare” increspato ma immobile che dona la surreale sensazione di assistere a una “quieta tempesta”.

Il percorso è un continuo saliscendi sulle creste e i pendii scoscesi con un panorama mozzafiato. Arrivati sotto la rupe di Civita, attraverso il bosco, si entrerà in paese, piccolissimo centro dove il tempo sembra essersi fermato.

L’escursione è di media difficoltà, ma basta essere un pò allenati.
Lunghezza: 8 km.
Dislivello: 600 mt.
Difficoltà: escursionistico.
obbligatori: scarponcini da trekking, 2 lt. d’acqua.

Referente tecnico:
Laura Rubini, Guida Ambientale Escursionistica AIGAE LA382

Costo 10 euro
Pranzo al sacco

PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA entro sabato 21 ottobre ore 18.00 al numero 3285740217 (Laura) – mail: hello@33trek.it

Al momento della prenotazione verrà inviata la locandina con i dettagli tecnici e il luogo dell’appuntamento.

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI