Buona scuola: parliamone! a Civita Castellana

scuola

Buona scuola tra nuovo pof, poteri dei presidi, fondi e edilizia. La Camera dei deputati ha approvato, con 316 sì, 137 no e 1 astenuto, il disegno di legge di “Riforma del sistema nazionale di istruzione e formazione”. Ora il disegno di legge, con le modifiche apportate a Montecitorio, passerà al Senato e successivamente alla camera per il voto definitivo, che dovrebbe arrivare entro metà giugno.

La scuola italiana cambierà seguendo dodici punti: autonomia scolastica, nuovo pof, curriculum dello studente, alternanza scuola-lavoro, innovazione digitale e didattica laboratoriale, organico dell’Autonomia, ruolo del preside, assunzioni, carta dell’insegnante, agevolazioni fiscali, edilizia scolastica e deleghe. 

Ma c’è chi non è d’accordo con la nuova normativa varata dal governo Renzi. Non sono mancate già proteste di piazza di studenti e insegnanti e scioperi.

Per cercare di fare il quadro della situazione, a Civita Castellana è stato promosso un incontro-dibatto per sabato 30 maggio alle 17.

L’incontro sarà introdotto da Stefania Lazzari, insegnante di scuola secondaria e componente del direttivo Sel Civita Castellana. Intervengono Franco Chericoni, dirigente scolastico IIS Midossi di Civita Castellana, Cecilia D’Elia del Coordinamento nazionale Sel Scuola, Maria Rita Manzo del Coordinamento Regionale Sel Scuola e Giorgio Crescenza del Dip. Nazionale Saperi Sel.

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI