“Borghi in Cammino nel Lazio”: coinvolte Tuscania e Sutri

In occasione del 2017 Anno dei Borghi, l’Agenzia Regionale del Turismo della Regione Lazio presenta un nuovo prodotto turistico che vuol coniugare la bellezza dei suoi paesi con il trend del momento: il piacere di camminare. Nasce così “Borghi in Cammino nel Lazio”, un percorso inedito che coinvolge alcuni dei centri storici più belli del territorio regionale capaci di svelare un Lazio nei suoi volti più autentici, a tratti inaspettati.

Il progetto rientra nelle attività di “In.Itinere”, il Progetto Interregionale di Eccellenza che la Regione Lazio sta portando avanti insieme ad altre Regioni del centro Italia, Umbria, Marche e Toscana, per la promozione turistica dei borghi e dei cammini tra arte, natura, enogastronomia e tradizioni.

La società a cui è stato affidato l’intero progetto è PromoTuscia: un riconoscimento importante per la società viterbese da anni attiva nei servizi turistici e nel marketing territoriale. Se lo scorso anno il Lazio ha promosso i cammini partecipando alla prima edizione dell’iniziativa internazionale “ItalianWonder Ways”, quest’anno l’attenzione è verso quei borghi ricchi di attrattive e a pochi chilometri da Roma, alcuni dei quali insigniti del titolo di “Bandiera arancione” o “Borghi più belli d’Italia”.

“Borghi in Cammino nel Lazio” è un progetto turistico pensato “a raggiera” che interessa gran parte del territorio regionale e che, pur rispettando a pieno il Sistema dei Cammini – non a caso i paesi coinvolti sono quasi tutti dislocati lungo la Via Francigena, del Sud e del Nord, il Cammino di Francesco e il Cammino di Benedetto – guarda oltre: verso la qualità dell’offerta turistica e il km 0, nel mangiare e nel bere, anche in vista del 2018 che sarà l’Anno del cibo italiano nel mondo. E’ dunque un progetto possibile grazie ad una forte sinergia tra i Comuni coinvolti, ben disponibili nel mettere a disposizione dei viaggiatori le proprie attrattive e i propri servizi. Un itinerario, che da Sud a Nord, si snoda su cinque giorni, pensato per ogni tipo di viaggiatore: famiglie, coppie, single e anche viaggiatori a piedi

I primi a testare questo nuovo prodotto firmato Regione Lazio sono 9 blogger (7 italiani e 2 stranieri) che grazie all’organizzazione del tour operator PromoTuscia sono coinvolti, dal 25 al 29 settembre, nel Lazio dei borghi e dei cammini storici, dove le figure di Benedetto e Francesco abitano ancora i luoghi che conservano la loro testimonianza. Ma si va anche alla scoperta di un Lazio scenario di popoli antichi, delle necropoli etrusche di Tuscania e Sutri, (dove si possono ammirare il Mitreo e l’Anfiteatro romano) del tempio di Ercole di Cori e della sua cinta muraria, del museo archeologico di Fara Sabina. Ma non solo: si mette in vetrina il Lazio dove la potenza e l’ingegno di un’unica famiglia, i Caetani, hanno attraversato i secoli e ci hanno consegnato un castello unico, come quello di Sermoneta, e un giardino dai mille incantamenti, come quello di Ninfa.

E non ultimo, il Lazio dei fasti della corte papale e dei luoghi della spiritualità più intensa e raccolta: dal palazzo di Bonifacio VIII, ad Anagni, all’abbazia di Farfa e ai monasteri di Subiaco, transitando per oratori, chiese, luoghi della spiritualità, scrigni di un’arte preziosa e poco conosciuta. Per seguire la loro avventura sui canali social l’hashtag ufficiale è #LazioWonderWays.

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI