I bei volti degli Etruschi antichi. l’archeologa Francesca Ceci allo Spazio Uni

Francesca Ceci – archeologa dei Musei Capitolini – chiuderà la stagione di incontri organizzati dallo Spazio UNI con una interessante conferenza dal titolo Occhi Profondi e Profili Delicati: Francesca Ceci – archeologa dei Musei Capitolini – chiuderà la stagione di incontri organizzati dallo Spazio UNI con una interessante conferenza dal titolo Occhi Profondi e Profili Delicati: i bei volti degli Etruschi antichi.

L’intento è quello di ripercorrere la storia del popolo etrusco, dal suo sorgere sino alla conquista romana, ponendo in luce il mutare di stili, mode e concezioni religiose, così come emerge dall’osservazione delle numerose rappresentazioni iconografiche di cui disponiamo. Ecco dunque che i volti delle donne etrusche diventano un terreno d’indagine privilegiato: dall’analisi delle linee sottili che si incontrano determinandone i tratti e dei tenui colori che ne illuminano l’incarnato scaturisce tutta la vita dell’antica Etruria.

Francesca Ceci, oltre ad avere al suo attivo numerose pubblicazioni scientifiche, partecipazioni a convegni e seminari nazionali e internazionali, è Ispettore Onorario della Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio per l’area metropolitana di Roma, la provincia di Viterbo e l’Etruria Meridionale. La Tuscia le deve una intensa attività di divulgazione archeologica sul territorio. In particolare, la studiosa ha promosso la scoperta, il restauro e la pubblicazione dell’affresco seicentesco con scena di Giudizio Universale nella chiesa della Madonna della Misericordia a Soriano nel Cimino.

Sarà un piacere poterla ascoltare Sabato 10 giugno alle ore 17:30 presso lo Spazio UNI di via Macel Gattesco.

L’intento è quello di ripercorrere la storia del popolo etrusco, dal suo sorgere sino alla conquista romana, ponendo in luce il mutare di stili, mode e concezioni religiose, così come emerge dall’osservazione delle numerose rappresentazioni iconografiche di cui disponiamo. Ecco dunque che i volti delle donne etrusche diventano un terreno d’indagine privilegiato: dall’analisi delle linee sottili che si incontrano determinandone i tratti e dei tenui colori che ne illuminano l’incarnato scaturisce tutta la vita dell’antica Etruria.

Francesca Ceci, oltre ad avere al suo attivo numerose pubblicazioni scientifiche, partecipazioni a convegni e seminari nazionali e internazionali, è Ispettore Onorario della Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio per l’area metropolitana di Roma, la provincia di Viterbo e l’Etruria Meridionale. La Tuscia le deve una intensa attività di divulgazione archeologica sul territorio. In particolare, la studiosa ha promosso la scoperta, il restauro e la pubblicazione dell’affresco seicentesco con scena di Giudizio Universale nella chiesa della Madonna della Misericordia a Soriano nel Cimino.

Sarà un piacere poterla ascoltare Sabato 10 giugno alle ore 17:30 presso lo Spazio UNI di via Macel Gattesco.

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI