Befana: dove trovare le calze più golose

mele caramellate per la befana

Il benvenuto al suo arrivo atteso per la notte tra il 5 e il 6 gennaio da tutti i bambini e non solo, le viene dato dalle simpatiche befane che sfilando questo pomeriggio nelle vie di Viterbo sorreggeranno la calza più lunga del mondo. Domani 6 gennaio in piazza Duomo a Milano con ‘Expo Sport Open Day – tenteranno di rubarle il record, in una missione impossibile. Quella calza misura 2.015 metri e i suoi colori faranno riferimento a quelli dell’Esposizione Universale Expò 2015 includendo  come messaggio universale:„il rispetto del pianeta: gli adulti e i bambini che parteciperanno dovranno sostenere la calza ecologica realizzata con filo derivante dal riciclo meccanico di bottiglie raccolte in Italia.Solo per questo la ricordiamo. Secondo una elaborazione di Coldiretti, in una casa su due, la calza viene appesa confezionata in proprio.Tanti gli ingredienti,Tornano insieme ai dolciumi anche fichi e prugne secche, nocciole, noci e soprattutto biscotti fatti in casa. La crescente attenzione al risparmio e all’alimentazione dei bambini ha cambiato dunque – precisa la Coldiretti – il contenuto delle calze “appese” al camino dalla simpatica vecchietta che in passato ai più “discoli” regalava solo aglio, peperoncino, patate e carbone vero. Ma non è detto che sia solo cosi.

C’è un ritorno per mamma papà e nonni a confezionarsi da sola la calza, scegliendo sia dolce che amaro nei negozi caratteristici e storici come Bizzarri al Corso di Viterbo, la cui tradizione portata avanti da Fabio Purchiaroni continua con il figlio e fa ben sperare che questi negozi che raccontano pure la storia di una città abbiano una continuità e rimangano il punto di riferimento della tipicità di un territorio. Qui è possibile trovare una varietà di dociumi  adorabili anche per le mamme che ne fanno la scelta per confezionare la calza ai  loro figlioli.Il carbone è proposto in tutte le varietà di colore e piacevolezza, nero, rosa, crema, fili di liquirizia, soldi di cioccolata, sigarette finte che diventano gomme da masticare, torroncini di tutte le dolcezze. In questi giorni nel piccolo negozio è difficile entrare per la ressa, ma i clienti fanno la fila e aspettano pazienti, perché li ci sono arrivati volutamente. Per le calze confezionate con ingredienti di buona qualità l’appuntamento è da Pasticceria Casantini in Via Cairoli, che su prenotazione personalizza la calza con frasi composte su piccole targhe di cioccolato e sull’abito della simpatica ma pur burbera vecchietta.C’è da dire che questo tipo di calza è più per giovanette e funge pure da sfottò. Le calze già confezionate sono ovunque, si possono trovare  nei migliori Bar della città e dei centri della provincia. Una cosa è certa come ogni anno il 6 gennaio per la Tuscia e non solo,  è un appuntamento irrinunciabile con la Befana, che in genere allo scocco della mezzanotte dopo aver fatto tutti i suo predestinati giri, ripone la scopa e ci da appuntamento  come sempre per il prossimo anno.

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI