Befana: dolcetti, solidarietà e calze da record

Il termine “Epifania” deriva dal greco e significa “manifestazione”. È stato utilizzato dalla tradizione cristiana per designare la prima manifestazione della divinità di Gesù Cristo in presenza dei re Magi. Nella tradizione popolare però il termine Epifania ha assunto un significato diverso, andando a designare la figura di una vecchina particolare, la Befana, che la notte del 6 gennaio vola per i cieli con una scopa distribuendo doni e dolci a tutti i bambini. 

Ma non tutti i bambini saranno così fortunati di trovare la calza della Befana piena di giocattoli, caramelle a dolciumi attaccata al caminetto. È per questo che a Nepi il ristorante Bistrot, insieme alla Parrocchia, l’associazione “L’Attesa” e lo Studio Altresì Laboratorio Creativo Spazio Espositivo, hanno promosso la “Befana solidale”. La solidarietà sarà la parola d’ordine della giornata dedicata ai bambini di tutte quelle famiglie colpite dalla crisi. L’appuntamento è per lunedì 5 gennaio dalle 12 alle 16.30 presso il ristorante Bistrot dove verrà offerto il pranzo a tutti i bambini che parteciperanno e a seguire saranno distribuiti doni e dolciumi.

Tarquinia. Il 6 gennaio si aprirà alla ore 10 con la Calza della Befana, che sarà allestita in via Alberata Dante Alighieri dalla Pro Loco Tarquinia in collaborazione l’associazione dei commercianti Tarquinia Viva. Alle ore 10.30 si terrà la tradizionale maratonina non competitiva nelle vie del centro storico (con partenza e arrivo in piazza Giacomo Matteotti) “Corri per la Befana”, organizzata dall’Atletica ’90 Tarquinia e riservata ai bambini. Al termine della corsa, dalla torre del palazzo comunale scenderà la Befana, a cavallo della scopa, grazie alla collaborazione dei Vigili del Fuoco del comando provinciale di Viterbo. La “simpatica vecchietta” distribuirà dolci e caramelle. Nel pomeriggio, dalle ore 16, gran finale con il Presepe Vivente e l’arrivo in corteo dei Re Magi. «Sarà la degna chiusura per un calendario degli eventi che per oltre mese ha proposto mostre, concerti e spettacoli. – dichiarano il sindaco Mauro Mazzola e l’assessore Sandro Celli – Il 6 gennaio si terranno splendide manifestazioni che sapranno coinvolgere tutta la città».

Viterbo La Calza della Befana più lunga del mondo partirà alle 15,30 da piazza San Sisto per proseguire poi lungo via Garibaldi, piazza Fontana Grande, via Cavour, piazza del Comune – dove farà una sosta -, via Ascenzi, piazza dei Caduti, via Cairoli, piazza San Faustino, via Signorelli, viale Bruno Buozzi e si fermerà di fronte al Sacro Cuore.Lungo via Cairoli sarà trasportata a mano soltanto dalle Befane. All’arrivo saranno distribuite le calze della Befana al prezzo di 2 euro e 50 i cui fondi saranno devoluti all’associazione per adozione a distanza. Si sta ancora lavorando sulla fattività logistica per partecipare a “Evviva la Befana” che si svolge a Roma il 6 gennaio dentro un percorso che da via della Conciliazione arriverà direttamente in piazza san Pietro dal papa.

Canepina Domenica 4 gennaio, invece, è in programma la quindicesima edizione di “Correre per la Befana”, gara podistica riservata a bambini e ragazzi fino a 13 anni e diventata ormai un classico. Organizzata dal Gruppo podistico Amici della Pineta insieme all’Avis, la corsa prenderà inizio alle ore 10.45 da Piazza Garibaldi: sono previsti premi per tutti i partecipanti.

Sempre a proposito di sport, il giorno dell’Epifania – martedì 6 gennaio – appuntamento con la “Befana in bicicletta“, riservata anche questa ai bambini: appuntamento alle ore 10 in Piazza Marconi. Nel pomeriggio, invece, alle 15.30 distribuzione dei doni ai bambini dell’infanzia. Per Aldo Maria Moneta, sindaco di Canepina, “anche grazie alla collaborazione di varie realtà presenti sul territorio, siamo riusciti a mettere in piedi iniziative che coprono l’arco temporale di un mese e che vengono incontro a tutte le esigenze. Invito perciò tutti i canepinesi a partecipare”.

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI