AureaAttesa personale di Vito Bongiorno alla Galleria Miralli

Una mostra significante quella di Vito Bongiorno siciliano di Alcamo, che prosegue il percorso iniziato da alcuni anni, segnato dalla presenza assoluta di un inquietante carbone, concedendo nella sua opera uno sguardo rinnovato e purificato, regalando la speranza di un’attesa.
In mezzo alle opere che simboleggiano la crisi di una speranza, che coinvolge indistintamente ragione (un cervello carbonizzato) e sentimento (un cuore incenerito) e che trae origine alle origini della vita (un utero combusto), si fanno spazio oggi quadri che segnano una probabile rinascita. Rinascita che ha le sembianze di una precaria ‘aurea aetas’, non più archetipo di prosperità e positività, poiché inevitabilmente inquinata, ma portatrice essa stessa di un’ineluttabile e inscindibile dualità.
E’ così che la cupezza del carbone viene illuminata dai bagliori della foglia oro, che sottile ma preziosa s’inserisce nei quadri con il suo velo di regalità.
Accanto le statue classiche carbonizzate, simbolo del degrado e dell’abbandono che permeano le vestigia del passato e il mondo dell’arte, un tuffatore di antica memoria si slancia verso un mare dorato che promette futuri splendori. Una mostra senz’altro da vedere alla Galleria Miralli Inaugurazione Sabato 12 marzo 2016 ore 18.00. Aperta :12 marzo – 16 aprile 2016 -www.galleriamiralli.com

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI