Aumentano i matrimoni ma diminuiscono le nascite, oltre 132mila in meno

Redazione TusciaUp

Nel chiudere il ciclo di pubblicazioni di questo 2017 sul tema matrimonio, l’evidenza è sulla buona notizia resa dal rapporto Istat ‘Natalita’ e fecondita’ della popolazione residente nel nostro paese – Anno 2016’da cui emerge che in Italia aumentano i matrimoni: 200 mila le celebrazioni effettuate nell’anno.

Dal 2015 i matrimoni hanno ripreso ad aumentare (+4.612 rispetto all’anno precedente) e la tendenza si e’ accentuata nel 2016 (+9 mila), anno in cui e’ stata di nuovo superata la soglia delle 200 mila celebrazioni. Anche la propensione al primo matrimonio, da anni in diminuzione, mostra, una lieve ripresa a partire dal 2015. Nel 2016 il tasso di primo-nuzialita’ maschile arriva a 449,6 per mille (da 421,1 nel 2014) e quello femminile a 496,9 per mille (da 463,4 nel 2014).

Un po’ più di matrimoni, ma meno bambini. A diminuire sono soprattutto i primi figli, passati dai 283.922 del 2008 ai 227.412 del 2016 (calo del 20 per cento rispetto al meno 16 per cento dei figli di ordine successivo). La diminuzione delle nascite registrata dal 2008 è da attribuire interamente al calo dei nati all’interno del matrimonio: nel 2016 sono solo 331.681 (oltre 132mila in meno in soli 8 anni). Una diminuzione in parte dovuta al forte calo dei matrimoni, che hanno toccato il minimo nel 2014, anno in cui sono state celebrate appena 189.765 nozze (57mila in meno rispetto al 2008). Dal 2015 tuttavia i matrimoni hanno ripreso ad aumentare (+4.612 rispetto all’anno precedente) e la tendenza si è accentuata nel 2016 (+9mila), anno in cui è stata di nuovo superata la soglia delle 200mila celebrazioni. “Il legame tra nuzialità e natalità – prosegue l’Istat – è ancora molto forte nel nostro Paese (nel 2016 il 70% delle nascite avviene all’interno del matrimonio); ci si può quindi attendere nel breve periodo un ridimensionamento del calo delle nascite dovuto al recupero dei matrimoni. Secondo i dati provvisori riferiti al periodo gennaio-giugno 2017, i nati sono solo 1.500 in meno rispetto allo stesso semestre del 2016. Si tratta della diminuzione più contenuta dal 2008″.

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI