ATuscia in Jazz summer Remo Anzovino e il “Viaggiatore immobile

Stasera in Piazza Biondini a Bagnoregio, Remo Anzovino e il suo piano magico sono di scena al Tuscia in Jazz summer Festival, per uno degli eventi clou della manifestazione. Anzovino, considerato da critica e pubblico tra i più originali e innovativi compositori in circolazione, è uno dei massimi esponenti della musica strumentale italiana.
Nel concerto di staserail pianista propone brani tratti dall’album “Viaggiatore immobile”, disco che l’autore ha definito in un’intervista: “Nato in un pomeriggio, giocando col pianoforte a coda. E’ uno strumento grande, impegnativo, che potrebbe viaggiare fisicamente solo nella fantasia. E’ un eroe del mio romanzo, un gioco letterario. Questo disco è un viaggio del personaggio, dentro e attorno all’uomo con le sue imperfezioni e i suoi difetti calato nell’oggi, nel tempo moderno”.
Compositore e pianista, classe ’76, avvocato penalista, Anzovino ha formato il suo stile musicale attraverso l’esperienza maturata sin da giovanissimo nella musica per il cinema, per il teatro e per la pubblicità, lavorando a più di 50 produzioni.
Protagonista nei maggiori festival jazz italiani e internazionali e di collaborazioni con numerosi
Partecipando al concerto è possibile firmare per la campagna promossa da Regione Lazio, Progetto Abc e Comune di Bagnoregio, per il riconoscimento di Civita come patrimonio dell’Unesco.

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI