Aspro: Ninfa Giannuzzi, Valerio Daniele e Giorgio Distante

Àspro (“bianco” in lingua griKa) è pensiero inedito e multiforme intorno alla musica tradizionale salentina. Uno spettacolo in cui il suono è volutamente in bilico fra acustico, elettrico ed elettronico, fra ruvidezze dell’antica lingua grika e continue mutazioni delle tessiture armoniche, venerdì 3 marzo al Mat di Viterbo, a Pianoscarano.
Uno sguardo disincantato e intimo sulla situazione attuale del Salento dà vita a un suono scarno, immaginale, sciolto il più possibile da strutture e ordini sequenziali, ricco, ricchissimo ma del vuoto e dell’accoglienza che per sua natura la tradizione incarna.
Lontano dall’abusata retorica del binomio antico/moderno, Àspro preferisce la scrittura alla riproposta, l’astrattismo al descrittivismo, la percezione alla spiegazione.
Il trio è composto da Valerio Daniele (chitarre, live electronics, arrangiamenti), Ninfa Giannuzzi (voce, ricerche testuali), Giorgio Distante (tromba, live electronics).

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI