Asl di Viterbo ricetta elettronica al via sperimentazione

ricetta

Un promemoria al posto della ricetta rossa. È quello che, dal 13 aprile fino al 12 di maggio, gli assistiti dei medici di medicina generale e dei pediatri di libera scelta del Viterbese riceveranno al momento della prescrizione dei farmaci di cui hanno bisogno.
La Asl di Viterbo è stata, infatti, scelta dalla Regione Lazio come azienda pilota per il progetto della ricetta dematerializzata o, più comunemente, ricetta elettronica online, il cui obiettivo è quello di eliminare progressivamente il supporto cartaceo, risparmiando sui costi di produzione e semplificando i controlli che le Asl effettuano su ogni singola ricetta consegnata dalle farmacie.

I trenta giorni di sperimentazione serviranno ai medici prescrittori della provincia di Viterbo per testare questa nuova modalità prescrittiva e per evidenziarne eventuali criticità nella fase attuativa. Tutto questo bagaglio di esperienza servirà, poi, alla Regione per rendere operativa la ricetta dematerializzata su tutto il territorio laziale.

La ricetta online prevede che il medico prescriva il farmaco semplicemente connettendosi tramite il proprio PC all’applicativo regionale, consegnando un promemoria all’assistito al posto della tradizionale ricetta rossa. Con il promemoria l’utente si reca dal farmacista di fiducia o in una qualsiasi farmacia regionale che, verificata la prescrizione, procede all’erogazione del farmaco.

Le ricette rosse proseguiranno ad essere stampate solo per i farmaci distribuiti per conto (DP) e per gli analgesici centrali (tipo oppioidi).

Oltre che presso i medici di famiglia e i pediatri, la ricetta de materializzata è stata attivata anche nelle strutture ospedaliere della Asl di Viterbo, per la prescrizione di esami e di altre prestazioni da parte degli specialisti ospedalieri.

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI