Arci: una campagna per spiegare i flussi migratori

“Ci sono paesi in cui piove spesso” è la headline della campagna di Arci Viterbo e Arci Solidarietà Viterbo per l’accoglienza dei rifugiati, per diffondere l’informazione sulla situazione internazionale che vede milioni di persone muoversi per cercare un nuovo posto in cui vivere.
Da 15 anni l’Arci si muove quotidianamente per l’accoglienza diffusa dei richiedenti asilo e rifugiati nella provincia di Viterbo. Dal 2004 al 2007 è stato partner di Arci Viterbo nella gestione dei progetti SPRAR (Sistema di Protezione per Richiedenti Asilo e Rifugiati) dei Comuni di Viterbo.
Dal luglio 2001 nella provincia di Viterbo sono stati attivati 4 progetti di accoglienza per richiedenti asilo e rifugiati dai comuni di Acquapendente, Bassano Romano, Bomarzo, Celleno, Oriolo Romano, Orte, Viterbo.
Sono state accolte 306 persone provenienti da: Kirghizistan, Kazakistan, Kossovo, Macedonia, Ucraina; Turchia, Sierra Leone, Eritrea Etiopia, Colombia, Palestina, Libano, Congo, Somalia, Mongolia, Siria, Armenia, Iraq, Sudan, Nigeria, Afghanistan, Pakistan, Niger.
Le famiglie sono accolte in appartamenti per un periodo di circa sei mesi, prorogabile a seconda dei casi. Nel periodo le persone in accoglienza sono seguite dagli operatori di ARCI Solidarietà che curano sia l’accoglienza materiale sia tutta la fase di orientamento ai servizi del territorio (ASL scuola,..). ARCI Solidarietà si occupa della tutela legale, dei rapporti con la Questura di Viterbo per i permessi di soggiorno, della redazione delle memorie da portare in Commissione Territoriale (la commissione valutatrice delle richieste di asilo), dell’orientamento al lavoro e di accompagnare le persone nel nuovo cammino intrapreso.
Nell’ultimo anno 59,5 milioni di persone sono state costrette a lasciare la propria casa. I rifugiati provengono da paesi dove sono in corso guerre e conflitti. Anche papa Francesco sta invitando le parrocchie all’accoglienza. Chi vorrà tendere una mano a essere umani in difficoltà potrà contattare Arci- per info: arciviterbo.blogspot.it.

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI