Aramis : una barca speciale che compie 50 anni ad onor di Tuscia

Si chiama proprio Aramis come il più acuto dei tre moschettieri, ha raggiunto il suo mezzo secolo di vita portandosi dietro una storia onorevole fatta di traversate e di regate sportive. Anno di costruzione maggio 1965 nei cantieri ungheresi di Ganz sul Lago Balaton.Una delle cinque imbarcazioni a vela realizzate e destinate al mercato italiano e francese. Il primo proprietario di Aramis fu il Sig. Chieffi, padre degli olimpionici toscani Enrico e Tommaso, velisti, due volte
mondiali di classi olimpioniche, che la acquistò al Salone di Genova nel 1967. Fu nell’82 che passò in mano agli armatori viterbesi Adalberto Cagnucci e Francesco Santopietro. Il varo avvenne proprio in quell’anno. Dall’82 fino al 2000 Aramis ha navigato nelle acque di Sardegna, Sicilia, Eolie, Corsica, Isole Pontine, Elba e Capraia portando a bordo amici affezionati di Viterbo che hanno avuto l’opportunità di apprezzare la bellezza e il fascino della navigazione d’altura. Graditi compagni di viaggio sono stati: Gianni Cesarini, Amedeo Cesarini, Renato Trapè, Giorgio Sarti, Massimo Caporossi, Paolo Lupatelli, Guglielmo Barbacci, Marco Di Giuseppe, i cugini Catoni, Paolo Raponi, Pietro Cesarei, Gianfranco Marini, Pippi D’Angelo, e tanti personaggi che hanno provato l’ebbrezza marina. Il più in vista del bizzarro equipaggio di Aramis è, senza dubbio Alberto Peroni, oggi grande skipper a Cala Galera. L’imbarcazione è stata restaurata nel 2008 e gli attuali proprietari sono gli armatori Cagnucci e Medori. Gli 11 soci fondatori: Massimo Caporossi, Massimo Alessi, Sandro Botarelli, Stefano Labellarte, Armando Quatrini, Sergio Medori,Aurelio Meloni,Paolo Scafati, Claudio Settimi, Luciano Zei, Carmelo Ratano, fondano il Circolo della Vela Tuscia, che in undici anni ha svolto una intensa attività nautica. Perché la barca come dice giornalista e scrittore triestino Paolo Rumiz ” è un ventre, o un orecchio forse, in cui risuona tutto il mondo circostante- “La barca riconosce subito gli uomini che non fingono. Ci sei, non ‘ci fai’. Una dimensione assolutamente concreta”. Attualmente Aramis è ormeggiata a Riva di Traiano e gode ottima salute. Se vi capita e siete appassionati di imbarcazione andate a vederla. Auguri Aramis. Il Club della Vela accompagna idealmente l’equipaggio nel prosieguo di ogni tuo viaggio. I tuoi 50 anni , sono … il tuo record. Ancora buon vento ti segua.

[pp_gallery gallery_id=”26152″ width=”500″ height=”500″]

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI