Antonio Iachini, un artigiano a 6 corde

iachini

Antonio Iachini, “Un artigiano a 6 corde”. Così viene definito il Maestro liutaio Antonio Iachini, viterbese di Tuscania. Ogni luogo ha una sua tradizione nel campo dei mestieri dell’arte. L’attività di Antonio Iachini è parte di quella storia che oggi lo riconosce come eccellenza della Tuscia.

Trent’anni di esperienza nel settore del restauro delle opere d’arte e dell’artigianato artistico. L’artigiano progetta e realizza manufatti di alta ebanisteria: riproduzioni di mobili, maggiolini, sculture nel cuore di Tuscania, dove dalla sua nascita ha sede il laboratorio, intriso di legni pregiati e stagionati, preparati per ogni tipo di intervento su opere lignee policrome, dorate o intarsiate. Da lì prendono corso i suoi capolavori, pezzi unici che ben si amalgamano in quella architettura originale che ricalca la Tuscania dell’epoca romana, che vide fiorire le sue botteghe.

E’ nel 2010 che Antonio Iachini amplia la su manualità alla liuteria, iniziando a costruire chitarre classiche ed elettriche. Quasi un voler mettersi  in gioco con i suoi due figli che intanto erano crresciuti: Alessandro 25 anni e Giulio 18, appassionati di musica, quella musica che e da sempre unisce generazioni diverse. Quel gioco diviene  un’altra pregevolezza che Luchini consegna alla Tuscia. Iniziano a infittirsi le sue realizzazioni. Cinque chitarre e due bassi realizzati dal maestro di liuteria ed ebanisteria di Tuscania, messi in mostra alla loggia di San Tommaso, in piazza della Morte a Viterbo. Strumenti interamente progettati e costruiti da Iachini, puramente originali, che si rifanno ai modelli di Gibson Les Paul o Fender Stratocaster. “Perché come artigiano – dice  – è giusto proporre il mio design e la mia tecnica costruttiva”. Le caratteristiche di questi capolavori sono dettagli fondamentali per chi suona: tastiera in ebano e palisandro, corpo in acero marezzato, mogano e noce, ma anche bosso, che ha la stessa risposta dell’ebano. I pickup, ovvero quelli che insieme al legno denotano la voce dello strumento, Seymour Duncan (usati da Slash, per esempio) e Tesla Verdana. Negli anni trascorsi si è segnalato tra le eccellenze artigiane, in  “Interventi per la promozione e la valorizzazione dell’artigianato artistico e tradizionale della Regione Lazio”. Scelto dall’Osservatorio dei Mestieri d’Arte che raggruppa 11 Fondazioni bancarie  per la mostra dell’artigianato, tenutasi a Firenze. Niente di programmato per questo 2015, eppure l’artista artigiano meriterebbe maggiore visibilità., manca quel di più che gratifica il Mestro e fa onore alla Tuscia.

Segnatevi il suo indirizzo: Antonio Iachini, Via Torre di Lavello 14/16/18 – Tuscania (Vt) Tel. 0761/434033 www.iachinirestauro.com

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI