Allora ero giovane pure io, Pietro Benedetti alla Libreria Etruria

La Banda del Racconto presenta lo spettacolo che continua a mietere un grande successo

ALLORA ERO GIOVANE PURE IO

di e con PIETRO BENEDETTI

Venerdì 15 dicembre 2017 ore 18
presso la Libreria Etruria in centro a Viterbo invia Giacomo Matteotti, 67

Uno spettacolo sulla travagliata e poetica vita di
Alfio Pannega

con l’assistenza artistica di Michela Benedetti
con la consulenza letteraria di Antonello Ricci
con la collaborazione di Davide Ghaleb Editore

Lo spettacolo è tratto dal libro “Allora ero giovane pure io” di Alfio Pannega per Davide Ghaleb Editore testo e interpretazione di PIETRO BENEDETTI ed iI coinvolgimento del pubblico con l’antica tradizione dell’ottava rima improvvisata che olltre ad essere richiesta dal protagonista sarà coadiuvata da un poeta a braccio organettista Alessandro Calabresi che eseguirà anche musiche dal vivo
Lo spettacolo ripropone l’uso del testo già citato con un lavoro di ricerca sul campo come espressione più coerente alla comprensione delle emozioni date dalla memoria.

Alfio Pannega nacque a Viterbo il 21 settembre 1925, figlio della Caterina (ma il vero nome era Giovanna), epica figura di popolana di cui ancor oggi in città si narrano i motti e le vicende trasfigurate ormai in leggende omeriche, deceduta a ottantaquattro anni nel 1974. E dopo gli anni di studi in collegio, con la madre visse fino alla sua scomparsa, per molti anni abitando in una grotta nella Valle di Faul, un tratto di campagna entro la cinta muraria cittadina. A scuola da bambino aveva incontrato Dante e l’Ariosto, ma fu lavorando “in mezzo ai butteri della Tolfa” che si appassionò di poesia e fiorì come poeta a braccio, arguto e solenne declamatore di impeccabili e sorprendenti ottave di endecasillabi. Una vita travagliata fu la sua, di duro lavoro fin dalla primissima giovinezza. Sapeva di essere un monumento vivente della Viterbo popolare, della Viterbo migliore e il popolo di Viterbo lo amava visceralmente. E’ deceduto il 30 aprile 2010.

INGRESSO GRATUITO

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI