All’Auditorium la Tuscia incontra l’India con musica e danza

india

Il 9 giugno, alle 19, nell’Auditorium di S. Maria in Gradi dell’Università degli Studi della Tuscia Franco Carlo Ricci Direttore artistico della Stagione concertistica dell’Università della Tuscia pure Direttore Artistico del Centro Musicale Internazionale (Ce.M.I.) presenta il Concerto-Spettacolo, fuori programma sulla decima Stagione concertistica, conclusasi agli inizi di maggio. “Promesse della Tuscia e…realtà dell’India nella musica e nella danza” promette suggestioni, sensazioni, emozioni, grazie ad una coesione di artisti italiani e indiani. Ci saranno i concertisti di varie discipline formatisi alla scuola di noti Maestri della Tuscia (Antonella e Liliana Bernardi, Flavio Ferreri, Walter Fischetti)Seppure giovani alcuni sono già dei professionalmente attivi. La seconda e la terza parte del Concerto-Spettacolo saranno dedicate alla danza classica indiana stile Kathak, dell’I ndia del Nord con i loro ritmi , sottolineati dal proprio “lavoro dei piedi” amplificato da centinaia di campanelli avvolti alle caviglie dei danzatori. Si esibiranno le giovanissime danzatrici italiane, della scuola di Rosella Fanelli, professionista di Kathak , disciplina acquisita in India sotto la guida di Pandit Arjun Mishra e fa conoscere in Europa ein Italia . La Fanelli è anche fondatrice dell’Associazione Culturale Ta Ki Te Dha che ha come obiettivi la formazione, la sperimentazione e la divulgazione dell’arte della danza e della musica classica indiana in Italia. Il finale dello spettacolo ha come straordinario protagonista il Guru Pandit Arjun Mishra affiancato dai figli, formatisi nella sua scuola. Questo celebre Maestro dello stile Lucknow Gharana della Danza Kathak si è affermato, giovanissimo, come danzatore Kathak, ha vinto molti premi e competizioni in India ed ha preso parte, nel corso della sua lunga carriera, a numerosi Festival nazionali ed internazionali.
Uno spettacolo con le danze più raffinate e affascinanti.

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI