Etruria da scoprire: XX edizione di “Tarquinia a Porte Aperte”

Le Domeniche dell’Associazione, una rassegna d’autunno nell’ambito della XX edizione della manifestazione “Tarquinia a Porte Aperte”.
S’inizia Domenica 20 settembre 3ºAnniversario dell’Associazione
Il Soprintendente per l’Archeologia del Lazio e dell’Etruria Meridionale Alfonsina Russo e il
Presidente dell’Associazione Maria Cataldi presenteranno i risultati degli interventi realizzati
dall’Associazione nel 2015: il completamento del restauro della tomba delle Sculture (con finanziamento della Fondazione Cariciv e con il contributo del socio Luciano Marziano) e il completamento dell’intervento di somma urgenza nella tomba dei Vasi Dipinti (finanziamento della Fondazione Carivit);
saranno presenti Vincenzo Cacciaglia in rappresentanza della Fondazione Cariciv, Mario Brutti
Presidente della Fondazione Carivit, Mauro Mazzola Sindaco di Tarquinia, Angelo Centini Presidente della Commissione Cultura del Comune di Tarquinia.
Per l’occasione sarà possibile visitare le due tombe oggetto degli interventi sopra citati, inoltre la tomba del Vecchio in cui è stata installata la porta interna grazie al contributo di Luca Scoccianti e la tomba dei Festoni dove l’Associazione ha messo in opera la porta interna ed ha realizzato la recinzione a protezione della camera funeraria.
I festeggiamenti proseguiranno, per gentile concessione della proprietaria
Antonietta Maggi, nella Cava Maggi dove sarà possibile visitare la tomba della Mercareccia.
A chiusura dell’evento “performance con oggetti sonori e strumenti musicali dell’antichità” con Carlo Brignola, Emiliano Li Castro, Cristina Majnero e Roberto Stanco (gruppo Ludi Scaenici).
Seguirà buffet freddo.
Escursioni: appuntamento ore 10.00, parcheggio comunale -Strada provinciale Monterozzi-
max 60 partecipanti.
Prenotazioni entro e non oltre il 15 settembre ai numeri.339.5780369/+39.335.5868299
Le visite sono funzionali alla promozione dell’Associazione e alla raccolta di fondi per la realizzazione di una porta di protezione alla tomba del Gallo.

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI