Aldo Moro: una mostra per conoscerlo alla Biblioteca

La Biblioteca consorziale di Viterbo propone una mostra che vuole essere un omaggio ad Aldo Moro e alla sua famiglia. Un’occasione per far conoscere e offrire in eredità ai giovani i valori e qualità d Aldo Moro.

Un’occasione per far nascere il desiderio di scoprire e approfondire la conoscenza di un periodo storico politico che ci ha lasciato figure importanti.  L’Archivio Flamigni ha fornito gran parte materiale collaborando all’allestimento mostra. .

La mostra è stata realizzata con la collaborazione dell’Archivio Flamigni che ha messo a disposizione molte delle fotografie utilizzate e grazie al sostegno di Enerpetroli, della Fondazione Carivit, Primaprint, Myprint e Majakovski Comunicazione, tutte realtà del territorio da anni al fianco della Biblioteca nella promozione delle sue attività sociali e culturali.

“Non è una mostra esaustiva sulla vita e la figura di Aldo Moro” precisa Pelliccia, desidera essere una mostra emozionale con lo scopo di suscitare il desiderio di approfondire “una figura fondante della democrazia italiana e riscoprire, rivalutandolo, un periodo storico-politico che, nonostante abbia avuto più di una zona d’ombra, ci ha lasciato in eredità non poche figure illuminate”.

All’interno delle sale dedicate all’esposizione sono presenti due tavoli con una selezione dell’editoria italiana riguardante Aldo Moro – i libri scritti da lui stesso e quelli su di lui – che arricchiscono ulteriormente il percorso offrendo preziosi stimoli di approfondimento.

“Ci sono momenti nella vita nazionale nei quali il senso di responsabilità deve prevalere e la salvezza dipende dal contributo di tutti” dichiarava Aldo Moro.

Per le scuole il riferimento è la dottoressa Stefania Gatti, all’indirizzo mail settorecultura@bibliotecaviterbo.it

La mostra è accessibile da Viale Trento 18/E, negli orari di apertura della biblioteca, dal lunedì al venerdì 9.00 – 13.30 ; 14.30 – 19.00.
Ingresso libero

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI