Manu Chao al Vulci Music Fest: l’attesissimo ritorno

manu chao

E’ il concerto più atteso quello di Manu Chao il 31 luglio al Parco di Vulci.

Ex frontman dei Mano Negra, il musicista e cantante si esibisce poco e incide ancora di meno: a 54 anni è uno che si può permettere di fare e dire quello che vuole. Ma di una cosa potete stare certi: quando sale sul palco è sempre la stessa incredibile esplosione di energia, quella patchanka fatta di reggae, ska, blues, musica latina, punk e quant’altro passa sul palco e nella testa di Manu Chao e della sua fidatissima band.

Manu Chao figura chiave della musica popolare contemporanea e sinonimo dell’impegno sociale più autentico, dopo la missione in America Latina culminata in Colombia con un concerto nel cuore della giungla in sostegno al progetto AMA-ZONAS, ed a Buenos Aires con la mostra “M.A.N.W.O.Z.” (realizzata insieme al disegnatore e caricaturista polacco Jacek Wozniak), torna in Europa.

Numerose le tappe, tra cui Romania, Germania, Polonia, Irlanda e Francia. Sul palco con lui: al basso Jean Michel Gambeat, alla chitarra Madjid Fahem e alla batteria il fido Philippe Teboul dai tempi della Mano Negra. Ai fiati i salentini Gabriele Blandini e Gianluca Ria

Una cornice d’eccezione per il Vulci Music Fest a Montalto di Castro (Viterbo) per ospiti d’eccezione il 5 agosto sarà la volta dei Bluvertigo e il 7 agosto, reduce del successo riscosso all’auditorium nella Capitale, in terra etrusca arriva Mannarino tra blues, stornelli e strofe maledette. Se non trovi il biglietto che cerchi chiama il numero: 0773414521
A Viterbo i biglietti sono invendita da Underground a acquistabili online

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI