Al Teatro Bianconi giovani talenti in scena con “Ho adottato mio fratello”

: L’ultimo spettacolo della Stagione del Teatro Bianconi di Carbognano che si terrà domenica 9 aprile alle ore 17,30, è dedicato a 4 giovani promesse del teatro italiano alla loro prima prova autorale indubbiamente riuscita con un grande successo al loro debutto l’anno scorso a Roma. Mirko Cannella, Nicolò Innocenzi, Michele Iovane, Jey Libertino in Ho adottato mio fratello di Mirko Cannella, Nicolò Innocenzi, Michele Iovane, Jey Libertino, Nazzareno Mattei, voce fuori campo di Giancarlo Ratti, supervisione artistica di Toni Fornari e Andrea Maia.
Dopo la morte dei genitori, due fratelli, Francesco e Bruno, si trovano a condividere la loro unica eredità: un appartamento. Bruno è un ragazzo strafottente e scansafatiche e presenta un carattere di gran lunga contrastante rispetto a quello del fratello Francesco, intraprendente e dagli antichi valori. E’ quest’ultimo infatti ad occuparsi delle spese di casa e del mantenimento del fratello maggiore, ammonendolo di continuo affinché trovi un lavoro e “righi dritto”. La vita metodica di Francesco porta Bruno, bisognoso di denaro a causa del vizio del gioco, ad affittare la vecchia stanza da letto degli ormai scomparsi genitori che, per anni, è rimasta chiusa per volontà di Francesco a due ragazzi appena trasferiti dal lontano sud, Rosario e Nicola rispettivamente siciliano e pugliese che fingono di provenire da Milano e Venezia pur di accaparrarsi l’ambito ed economico affitto. Tutto questo all’insaputa del fratello! Inizia così un continuo intreccio di situazioni comiche all’interno dell’appartamento tra Francesco e i 2 “intrusi”.
Commedia moderna e divertente che risalta in maniera scherzosa tutti i caratteri ed i luoghi comuni della società moderna e l’intento di divertire gli spettatori è pienamente riuscito. Buona parte del merito va ai suoi stessi interpreti, a questi quattro ragazzi che sanno far ridere senza strafare, riuscendo a essere perfettamente credibili. Moltissime le risate, esilaranti le battute. Favelle differenti, equivoci, magliette con scritte comiche, boxer colorati e accuratamente scelti per divertire il pubblico, personalità degli attori ben definite, nessuna sbavatura, condiscono una commedia, stile Terenzio, che lascia il sorriso in bocca e un messaggio positivo: gli affetti veri sono i propri cari. Risate assicurate con il finale tutto da scoprire : venite a teatro per ammirare le nuove giovani promesse che non faranno che farvi apprezzare sempre di più il teatro tutto made in Italy.
Per informazioni e prenotazioni si può consultare il sito internet www.teatrobianconi.it, la pagina facebook del Teatro Bianconi o telefonare al 340 1045098 (24h) o allo 0761 613695.

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI