Al Maker Faire di Roma presente il Liceo Artistico Orioli

Al Maker Faire di Roma, il più importante evento europeo sull’innovazione, concluso il 16 ottobre alla Fiera di Roma. 6 padiglioni, di cui uno solo per i bimbi (o “kids” come ci piace chiamarli), 700 progetti da 65 Paesi. Performance e spettacoli mai visti, centinaia tra conferenze, seminari e workshop formativi su domotica, droni, robotica, stampa 3D, industria 4.0, IoT, tecnologia applicata ai mezzi di trasporto, cucina e musica. Sono stati presenti gli studenti del corso di design e scenografia del Liceo Artistico e le classi quinte del corso professionale di meccanica ed elettronica che hanno presentato 6 elaborati di progettazione tecnologica molto apprezzati dagli addetti ai lavori. In alcuni dei progetti è stato fatto uso di una moderna stampante 3d che già da tempo è in uso presso l’Istituto. Grande soddisfazione per la preside che ha accompagnato gli orgogliosi docenti dei vari corsi: Cinzia Pace, Fabio Sabatini, Giuseppe Di Benedetto, Stefano Crescenzi, Enzo Lo Verde e Ornella Corvaia che ha affiancato 6 studenti diversamente abili.
Infine, l’allieva Samantha Ferro ha partecipato al Concorso Maker Faire School con un progetto denominato “Quadrotico”: si tratta di un curioso dispositivo alimentato ad energia solare che, anche applicato al muro, può ricaricare le batterie dei cellulari. La vera forza del dispositivo, didatticamente parlando, sta nella collaborazione di due indirizzi diversi dell’Orioli, che grazie al confronto e alla condivisione hanno cavalcato l’onda sinergica fino alla realizzazione congiunta di un prodotto che non è solo collocabile sul mercato facendo immaginare anche rientri economici, ma rende disponibili giovani e creative risorse del viterbese che già dalla scuola superiore si affacciano con le carte in regola al mondo del lavoro.

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI