Al Liceo Artistico Midossi di Vignanello Fumetto e animazione d’autore

I fumetti e l’animazione d’autore sono stati protagonisti nelle classi prime del Liceo Artistico Midossi di Vignanello:.
I ragazzi del primo anno sono stati coinvolti e protagonisti nelle lezioni di introduzione al fumetto e al grande cinema di animazione tenute da Francesco Saverio De Angelis, esperto del settore e collaboratore con il gruppo di doppiaggio ZeroMIC. L’incontro è stato coordinato dalle docenti Marta Fornari e Maria Cristina De Angelis.
Nel primo incontro i ragazzi hanno seguito un excursus sull’evoluzione del fumetto partendo dalle sue origini alla metà del XIX secolo, per poi dedicarsi alla sua evoluzione nel ‘900 fino ai nostri giorni, individuandone le principali correnti e i rapporti che intercorrono tra di esse. Particolare attenzione è stata dedicata ai manga, fenomeno imprescindibile e molto apprezzato dagli studenti.
Il fumetto è stato presentato come una forma di arte a tutti gli effetti, non esente da contaminazioni e rapporti con altre arti figurative, non priva di modelli illustri nella tradizione artistica, tra tutti i grandi maestri del Rinascimento e illustratori italiani. Sono stati menzionati i principali artisti contemporanei, i grandi cultori del genere che ne hanno sempre sostenuto il valore artistico, da Goethe a Umberto Eco.
Il secondo incontro ha avuto come protagonista lo Studio Ghibli, studio cinematografico di film d’animazione giapponese, noto soprattutto per essere il produttore delle opere del maestro Hayao Miyazaki, analizzando il lungometraggio La Tartaruga Rossa.
Questo film di animazione è stato oggetto dell’analisi di De Angelis che ha interagito molto vivacemente con gli studenti, i quali hanno ricercato le peculiarità artistiche e tecniche, rispondendo agli stimoli o facendo osservazioni personali.
L’incontro si è quindi concluso con la visione del lungometraggio, al termine del quale De Angelis ha salutato i ragazzi auspicando in future occasioni collaborative con il Liceo di Vignanello.
A gennaio i ragazzi delle classi coinvolte si metteranno a lavoro nell’ambito della disciplina del laboratorio artistico (propedeutica alla scelta dell’indirizzo del triennio) per elaborare un personaggio in stile manga e secondo i canoni classici della figurazione. Una preziosa opportunità per i neoiscritti per mettersi alla prova e incrementare le loro competenze, stimolando la curiosità verso ogni forma di arte figurativa e multimediale.
nelle classi prime del Liceo Artistico Midossi di Vignanello:.
I ragazzi del primo anno sono stati coinvolti e protagonisti nelle lezioni di introduzione al fumetto e al grande cinema di animazione tenute da Francesco Saverio De Angelis, esperto del settore e collaboratore con il gruppo di doppiaggio ZeroMIC. L’incontro è stato coordinato dalle docenti Marta Fornari e Maria Cristina De Angelis.
Nel primo incontro i ragazzi hanno seguito un excursus sull’evoluzione del fumetto partendo dalle sue origini alla metà del XIX secolo, per poi dedicarsi alla sua evoluzione nel ‘900 fino ai nostri giorni, individuandone le principali correnti e i rapporti che intercorrono tra di esse. Particolare attenzione è stata dedicata ai manga, fenomeno imprescindibile e molto apprezzato dagli studenti.
Il fumetto è stato presentato come una forma di arte a tutti gli effetti, non esente da contaminazioni e rapporti con altre arti figurative, non priva di modelli illustri nella tradizione artistica, tra tutti i grandi maestri del Rinascimento e illustratori italiani. Sono stati menzionati i principali artisti contemporanei, i grandi cultori del genere che ne hanno sempre sostenuto il valore artistico, da Goethe a Umberto Eco.
Il secondo incontro ha avuto come protagonista lo Studio Ghibli, studio cinematografico di film d’animazione giapponese, noto soprattutto per essere il produttore delle opere del maestro Hayao Miyazaki, analizzando il lungometraggio La Tartaruga Rossa.
Questo film di animazione è stato oggetto dell’analisi di De Angelis che ha interagito molto vivacemente con gli studenti, i quali hanno ricercato le peculiarità artistiche e tecniche, rispondendo agli stimoli o facendo osservazioni personali.
L’incontro si è quindi concluso con la visione del lungometraggio, al termine del quale De Angelis ha salutato i ragazzi auspicando in future occasioni collaborative con il Liceo di Vignanello.
A gennaio i ragazzi delle classi coinvolte si metteranno a lavoro nell’ambito della disciplina del laboratorio artistico (propedeutica alla scelta dell’indirizzo del triennio) per elaborare un personaggio in stile manga e secondo i canoni classici della figurazione. Una preziosa opportunità per i neoiscritti per mettersi alla prova e incrementare le loro competenze, stimolando la curiosità verso ogni forma di arte figurativa e multimediale.

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI